Cesena, Macfrut 2010. Bartolini (PdL): "Un'occasione da non perdere per tutto il comparto"

Cesena, Macfrut 2010. Bartolini (PdL): "Un'occasione da non perdere per tutto il comparto"

CESENA - Da oggi gli occhi degli operatori ortofrutticoli di tutto il mondo saranno puntati su Cesena. Prima il secondo European Fruit Summit, poi il Macfrut 2010.

 

"Un'occasione da non perdere anche per analizzare la situazione del comparto a livello locale", afferma Luca Bartolini, consigliere regionale del Pdl . "Il settore, una delle principali voci dell'economia provinciale, e' governato da logiche globali, questo e' vero, ma ciò non toglie che vi siano azioni virtuose che si possono mettere in atto anche a livello regionale, provinciale e comunale. Soprattutto la Regione può giocare un ruolo importante.  L'assessore regionale Tiberio Rabboni sarà a Cesena: oltre ai soliti proclami speriamo di ascoltare anche qualche proposta innovativa e magari di conoscere qualche risultato raggiunto dalla giunta Errani".

 

"Noi crediamo che sul fronte dell'erogazione dei contributi, della sburocratizzazione e del credito ci sia ancora tanto da fare. Almeno su questi tre importanti filoni sarebbe bello avere gli enti locali raccordati tra loro, pronti a lavorare per un unico e comune obiettivo. Poi e' chiaro che sarà il mercato a decidere quale azienda premiare, ma il pubblico non deve certo penalizzare i nostri operatori a discapito di altri concorrenti europei o mondiali".

 

Ma per Bartolini l'ente pubblico deve anche creare delle opportunità. "E'  ovvio che un mercatino degli agricoltori non risolve i problemi dell'agricoltura, ma può essere un'integrazione al reddito per alcune aziende. Insomma, una piccola ma concreta opportunità. Ecco, i Comuni possono impegnarsi maggiormente per creare occasioni come queste, e poi puntando maggiormente sui prodotti locali nella ristorazione scolastica, sulla promozione di marchi territoriali. Inoltre ci dovrebbe essere più selezione sulla distribuzione dei contributi: e' ora di finirla con le risorse distribuite   prevalemente alle imprese legate alle potenti lobby emiliane del settore.  Va condotta un'azione tesa a premiare principalmente quelle aziende che possono svilupparsi, competere, creare ricchezza e posti di lavoro, a prescindere dalla loro collocazione territoriale".

 

Inoltre, quando si parla di settore primario, non si puo' trascurare l'indotto. "Come quello delle tecnologie a servizio dell'ortofrutta, che quest'anno ha visto una battuta d'arresto importante. E' in comparti come questo che il nostro territorio mostra delle eccellenze invidiabili, indispensabili per avere un distretto agroalimentare a tutto tondo".

 

Infine per Cesena e la nostra provincia c'e' la grande opportunità di diventare sede di una piattaforma logistica del fresco di valenza nazionale.

 

"Il progetto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e' di quelli cruciali per il nostro territorio - conclude Bartolini - segno dell'attenzione che il governo ha verso la nostra provincia, un progetto che bisogna seguire da vicino, come sta facendo il sindaco Lucchi assieme ai parlamentari locali, perchè si potrebbe rivelare un vero volano per tutta la nostra economia, agricoltura compresa".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -