Cesena, Macfrut nell'occhio delle telecamere delle tv nazionali

Cesena, Macfrut nell'occhio delle telecamere delle tv nazionali

Cesena, Macfrut nell'occhio delle telecamere delle tv nazionali

CESENA - Un settore "vale" soprattutto se dimostra di avere al suo interno capacità di innovarsi e mai come in questa edizione di Macfrut si sono viste proposte e idee proiettate al futuro.  Il tutto sotto le telecamere di Rai TG 1, Tg 2 Economia, Rai Uno Linea Verde e Rai TG 3 e Italia Agricoltura, Giornale Radio Ambiente, GR 1 Agricoltura e in diretta tutti i giorni su Decanter (dalle ore 16) la eccezionale trasmissione Radio RAI condotta da Federico Quaranta e Tinto, cui ha partecipato anche Andi Luotto.

 

E poi c'è stata la visita gradita per un aperitivo alla frutta della squadra del Cesena. La comunicazione è stata al centro di un convegno che affrontava l'argomento di come comunicare il Buon Vivere. Una problematica quanto mai attuale a Macfrut, perché la maggior rassegna del Mediterraneo si tiene a Cesena, territorio che è risultato ai primi posti del BIL (Benessere interno lordo) e perché l'ortofrutta ha un forte potenziale di prevenzione delle malattie cardiovascolari e del tumore.

 

"Abbiamo ancora molto da imparare in termini di comunicazione" ha affermato Paolo Lucchi, Sindaco di Cesena, in apertura del convegno di venerdì 8 ottobre. "Qui sono presenti aziende che puntano proprio sul fatto che i loro prodotti arrivano da questo territorio, facendone un valore aggiunto, e i loro spot ne sono una testimonianza. Spero quindi che questa giornata sia un punto di partenza per fare in modo che il nostro territorio sia ulteriormente valorizzato".

 

Ma cos'è il cibo sano? Non è solo vero che siamo quello che mangiamo, ma forse mangiamo quello che vediamo. Il concetto di cultura dell'alimentazione che prima passava dagli esperti e dalle università, adesso arriva direttamente dai consumatori, dalla rete e dai social network, quindi si tratta di selezionare e riorganizzare nuovi tipi di contenuti che devono essere resi chiari e comprensibili. Un punto fondamentale quello del linguaggio, ma non solo, perché si deve valorizzare la realtà dei prodotti sani, magari trovando nuovi modi che parlino di cibo in modo trasversale e più diretto, agendo sulle percezioni, sui desideri e sulle esigenze dei consumatori.

Come migliorare dunque la comunicazione?

 

Ma bisogna anche adeguare il linguaggio al target a cui ci si rivolge, concordano Farnetti, Calligaris e Gasparini. Il convegno in chiusura ha offerto un ulteriore contributo importante: " l'educazione deve essere pratica -dice Andy Luotto- I bambini devono sapere che le uova arrivano dalla gallina e non da un banco del supermercato e che il tonno è un pesce e non una scatoletta. I bambini se fanno, sono felici, imparano il cibo e imparano a prepararlo e a mangiarlo. Ecco perché quando vado nelle scuole li faccio cucinare". "Bisogna partire dai bambini", afferma convinto Lucchi, "loro imparano e poi insegnano anche agli adulti".

 

E Macfrut 2010 ha prevenuto queste affermazioni. Ogni giorno ci sono tre/quattro situazioni in cui i bambini si confrontano con la realtà frutticola e ricevono preziosi elementi di educazione all'alimentazione. Alimos coinvolge quattro scuole al giorno ed assieme a fattorie didattiche ed esperti spiega le proprietà del cibo e dellalimentazione a base di frutta, magari facendo fare delle sculture dai frutti, oppure con merende a base di frutta. Un coinvolgimento abbastanza analogo, che riguarda soprattutto le Superiori e qualche classe elementare, c'è allo stand dell'Emilia Romagna, mentre a quello del Consorzio del cartone si è svolta giornalmente un "gioco dell'oca" con i ragazzini delle elementari, sotto un cielo di ... farfalle!!

 

E se il futuro è nelle giovanissime generazioni, il presente della frutticoltura è nell'innovazione, cioè in tutte quelle novità (di prodotto e di attrezzature) che elevano la qualità e creano economie. Macfrut è una fiera di filiera e propone innovazione in tutte le fasi: dalle sementi alla logistica. Obiettivo di Macfrut è di promuovere l'innovazione come strumento per migliorare le condizioni del sistema ortofrutticolo che ha bisogno di progredire per garantire reddito e sviluppo a tutti i suoi attori.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -