Cesena-Milan, Ficcadenti valuta Jimenez. Parolo: ''Chi l'ha detto che perdiamo?''

Cesena-Milan, Ficcadenti valuta Jimenez. Parolo: ''Chi l'ha detto che perdiamo?''

Cesena-Milan, Ficcadenti valuta Jimenez. Parolo: ''Chi l'ha detto che perdiamo?''

CESENA - Mister Massimo Ficcadenti non ha ancora sciolto i dubbi sugli undici da schierare sabato sera nel match casalingo di campionato contro il Milan stellare di Ibrahimovic, Pato e Ronaldinho. Mercoledì la rosa non era ancora al completo per l'assenza dei nazionali Bodgani, Nagatomo e Fatic. A parte hanno lavorato Von Bergen e Schelotto. Probabilmente la formazione sarà decisa nell'ultimo allenamento di rifinitura, in programma sabato mattina a porte chiuse.

 

Oltre a livello atletico, Ficcadenti sta preparando la squadra sotto il profilo tattico. Il mister marchigiano sta individuando la giusta collocazione di Luis Jimenez. Nella partitella dieci contro dieci il cileno è stato impiegato come esterno offensivo. Contro i rossoneri di Max Allegri, il Cesena dovrebbe scendere in campo con un 4-3-3 con Antonioli in porta, Nagatomo e Ceccarelli esterni in difesa con Pellegrino e Von Bergen centrali; a centrocampo Jimenez, Colucci e Parolo; e davanti Giaccherini e Schelotto con Bogdani terminale d'attacco.

 

Al termine dell'allenamento ha parlato Marco Parolo. Il centrocampista bianconero non dà per scontata la vittoria dei rossoneri: "Non c'è scritto da alcuna parte che perderemo. Ogni tanto il Cesena batte il Milan anche alla Playstation". Il morale negli spogliatoi è altissimo dopo il buon esordio in campionato all'Olimpico contro la Roma: "Abbiamo iniziato la Serie A con grandissimo entusiasmo. Nello spogliatoio si è già creato un gruppo compatto".

 

Le differenze di lingua? "Non sono affatto un limite, hanno invece fatto sì che ci mettessimo gli uni al servizio degli altri - ha affermato Parolo -. Ci aiutiamo a vicenda e credo che anche nel campo questa possa essere la nostra forza". Sabato Parolo incontrerà la sua "squadra del cuore e l'emozione è grandissima, ma so che quando entreremo in campo la concentrazione prevarrà su ogni altra emozione".

 

I bianconeri si giocheranno le loro chance: "Il punto conquistato alle spalle è stato davvero importante - ha evidenziato -. ma l'abbiamo lasciato alle spalle e ora vogliamo mettercela tutta per far sì che il Manuzzi assista a uno spettacolo avvincente". 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -