CESENA - Minacce, sequestro di persona e porto d'armi: nei guai Sebastiano Rossi

CESENA - Minacce, sequestro di persona e porto d'armi: nei guai Sebastiano Rossi

CESENA – L’ex portiere del Milan, il cesenate Sebastiano Rossi, è stato denunciato a piede libero dai Carabinieri della Compagnia di Cesenatico con l’accusa di porto d’armi improprie, lesioni, minacce gravi e continuate in concorso, ingiurie e sequestro di persona con tentata violenza privata. I fatti risalirebbero tra il febbraio del 2004 e il settembre del 2006. Un amico di Rossi, Nicola Penta, è stato iscritto nel registro degli indagati dal magistrato Fabio di Vizio.

Le indagini sono scattate lo scorso settembre in seguito alla denuncia presentata da un giovane cesenate che ha affermato di esser stato picchiato dall’ex estremo difensore del Milan. Gli uomini dell’Arma di Cesenatico hanno avviato le indagini scoprendo che Rossi e il suo amico Penta avrebbe minacciato, con l’ausilio di un bastone ed un coltello, anche alcuni conoscenti per futili motivi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per questioni invece legate alla gelosia, il cesenate avrebbe chiuso all’interno di un bar di sua proprietà tre ragazze per circa due ore. Per tal motivo Rossi è accusato anche di sequestro di persona.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -