CESENA - Morì, dopo tentato suicidio, per i troppi ansiolitici: un rinvio a giudizio

CESENA - Morì, dopo tentato suicidio, per i troppi ansiolitici: un rinvio a giudizio

CESENA – Aveva tentato il suicidio, cercando di buttarsi da un ponte, ma poi ad ucciderlo sarebbe stata una doppia dose di En, uno psicofarmaco della famiglia del Valium e del Tavor, erroneamente somministrata per calmarlo, insieme ad altri medicinali. A finire nei guai chi aveva ordinato, dopo la prima somministrazione da parte del personale del 118, la seconda iniezione. Venerdì l’imputato è stato rinviato a giudizio per omicidio colposo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questa triste vicenda, che da Cesena era passata alla Procura di Rimini (dove era diretta l’ambulanza per il ricovero coatto dell’uomo) per poi tornare, per competenza territoriale, a quella di Forlì, racconta la storia di un uomo che, salvato poco prima di un gesto disperato ed estremo, era poi deceduto, presumibilmente per un errore umano.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -