Cesena: mostre, un 2009 ricco di appuntamenti

Cesena: mostre, un 2009 ricco di appuntamenti

CESENA - Si preannuncia particolarmente ricco il programma delle mostre promosse dal Comune di Cesena per il 2009, con una serie di appuntamenti artistici di grande rilievo che coinvolgeranno tutti i nostri principali spazi espositivi e che hanno le carte in regola per suscitare l'interesse dei visitatori non solo cesenati, ma provenienti anche da fuori. Si conferma così, anche quest'anno, l'impegno dell'Amministrazione per la promozione culturale del territorio, che si esplicherà anche in una serie di collaborazioni con le altre città romagnole.

 

Rientra pienamente in quest'ottica la grande mostra dedicata a "L'arte contesa". Allestita in Biblioteca Malatestiana dal 14 marzo fino al 26 luglio, la mostra vuole aprire una finestra sulle vicende storiche ed artistiche di un'epoca turbolenta e avventurosa come quella napoleonica, ricostruendo una storia avvincente di capolavori rubati e rocamboleschi salvataggi, che ha come protagonisti indiscussi  il papa cesenate Pio VII, al secolo Gregorio Barnaba Chiaramonti, e uno dei maggiori geni del tempo, Antonio Canova. La felice coincidenza della concomitanza, a Forlì, della mostra dedicata a quest'ultimo consentirà di creare occasioni di interazione e collaborazione, che gioveranno alla valorizzazione dell'intero territorio.

 

Punterà i riflettori sui tesori artistici del passato anche l'altro grande evento espositivo programmato per la primavera - estate del 2009, che metterà in primo piano l'opera pittorica del Sassoferrato nel quarto centenario della nascita.  L'omaggio al pittore marchigiano, uno dei più singolari e indipendenti artisti italiani del Seicento, scaturisce dalla presenza nella nostra Pinacoteca di ben cinque sue opere di altissima qualità. Accanto a queste saranno esposti altri dipinti del Sassoferrato, ma anche quadri di autori legati a lui da uno stretto rapporto artistico, come Guido Reni e il Domenichino. Curatore della mostra è Massimo Pulini, a sua volta artista, ma anche docente all'Accademia di Belle Arti e studioso della pittura di questo periodo. Da sottolineare che l'esposizione sarà accompagnata da una serie di iniziative collaterali, fra cui gli incontri del ciclo "Pittura da Camera", che già negli anni passati hanno riscosso un notevole interesse di pubblico.

 

Ma nel definire la programmazione delle mostre non abbiamo guardato solo al passato. Al contrario, abbiamo voluto volgere la nostra attenzione anche ai protagonisti cesenati dell'arte contemporanea. Si comincerà fra marzo e aprile con Ilario Fioravanti del quale, sotto il titolo "I luoghi dell'anima", verrà proposta una serie di opere di ispirazione religiosa: fra esse, le Stazioni della Via Crucis ospitate presso la Fondazione Tonino Guerra, a Pennabilli. Nel progetto è previsto un collegamento con altri centri del comprensorio, come Sogliano, Roncofreddo e Savignano, dove - in contemporanea o in un momento successivo - verranno realizzati altri appuntamenti espositivi.

 

Proseguiremo a maggio con Osvaldo Piraccini, con una mostra che sarà allestita negli spazi dell'Ex Pescheria fino al 28 giugno. Originale la sua impostazione: in essa, infatti, i dipinti del maestro saranno affiancati da scatti fotografici di Silvio Canini, che documentano i luoghi della sua creatività, proponendo così ai visitatori la scoperta della dimensione di vita e di lavoro di Piraccini.

Confermato anche l'appuntamento con la grande mostra di scultura estiva che, come negli anni passati, vedrà le opere esposte non solo in galleria, ma anche in alcuni luoghi del centro storico. Protagonista dell'estate 2009 sarà il ceramista faentino Ivo Sassi con le sue ceramiche da esterno. E anche quest'anno l'evento espositivo sarà allestito in collegamento con Cesenatico dove, sempre all'aperto, troveranno spazio altre opere.

 

Infine, ma non ultima per importanza, l'attività espositiva del San Biagio, che culminerà a metà aprile con l'ormai tradizionale appuntamento di Cliciak,  il concorso nazionale per fotografi di scena che quest'anno arriva alla 12^ edizione e che ha fatto conoscere l'attività del Centro Cinema Città di Cesena in Italia e nel mondo. L'appuntamento di quest'anno, che come di consueto sarà preceduto dal Backstage Film Festival, si riveste di un'importanza particolare, perché si inserisce nei festeggiamenti per il trent'anni di attività del San Biagio.

 

Daniele Gualdi

Assessore alla Cultura del Comune di Cesena

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -