Cesena: Nervegna interpella la Regione su chiusura centri diurni psichiatrici

Cesena: Nervegna interpella la Regione su chiusura centri diurni psichiatrici

CESENA - Antonio Nervegna consigliere regionale del Popolo delle libertà presenta un'interpellanza in Ragione per avere delucidazioni sulla scelta dell'Azienda sanitaria cesenate di una ventilata chiusura del centro diurno psichiatrico in via don Minzoni a Cesena e di quello "Branchise" a Gambettola.

 

"La possibilità che queste due strutture vengano chiuse, ancora una volta a quanto pare per motivi di risparmio economico, solleva parecchie preoccupazioni-esordicse Nervegna-chiedo per tanto all'Assemblea regionale se è nelle intenzioni dell'Ausl di Cesena di chiudere questi due centri e trasferire i pazienti in spazi già esistenti al Bufalini. Nel caso che questa riorganizzazione del servizio fosse confermata, esprimo fin da subito le mie critiche sulla scelta. Primo perché non si capisce bene quale sorte toccherà ai 42 pazienti utenti delle due strutture, quali disagi dovranno incontrare con questo cambiamento e poi, cosa non da meno, che fine faranno gli attuali operatori della cooperativa a cui era stato dato l'incarico di cura, se questi saranno sostituiti da risorse umane già esistenti all'interno del Bufalini. Senza parlare poi del fatto che Gambettola andrebbe a perdere una struttura sul territorio, perché immagino che i pazienti del Branchise dovranno poi recarsi a Cesena per le cure! Vorrei per tanto a breve una risposta che fornisca le effettive motivazioni di tale scelta e che spieghi il piano di assistenza psichiatrica che l'Azienda sanitaria cesenate intende sostituire a quello che verrebbe soppresso".  

 

Nervegna conclude dicendo che sorveglierà con molta attenzione l'evolversi della situazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -