Cesena, neve. Celletti (Lega): "Comune ancora impreparato"

Cesena, neve. Celletti (Lega): "Comune ancora impreparato"

CESENA - "E così, anche alle seconda prova neve, il Comune si è fatto trovare impreparato, ha agito in ritardo, senza risultati apprezzabili e con grande impaccio. La gente è imbufalita. Dagli artigiani di Torre del Moro, impossibilitati a muoversi vista la coltre di neve che i mezzi, sembra con le lame alzate, non hanno spazzato via, a persone portatrici di handicap, che sono state praticamente murate in casa, visto che nessuno si è premurato di sgombrare gli enormi accumuli di neve ammassata dai mezzi spazzaneve davanti a passaggi e strade secondarie".

 

Lo ha detto Antonella Celletti, capogruppo in consiglio comunale della Lega Nord, sull'emergenza neve.

 

"La neve è caduta abbondante, ma non più che in tante località italiane dove, comunque, la vita continua, nonostante un clima avverso. E' che qui a Cesena, probabilmente, manca un piano, manca una regia, mancano direttive da seguire che ottimizzino e razionalizzino gli interventi. E dire che qualche settimana fa, l'assessore Miserocchi aveva risposto ad un'interpellanza sui disagi provocati dalle nevicate del 16, 17 e 18 dicembre, che avevano messo ben in luce le carenze organizzative del Comune. Carenze che, evidentemente, nessuno si è premurato di superare, nonostante ci siano a palazzo Albornoz persone lautamente pagate che dovrebbero dirigere la macchina amministrativa raddrizzandone le storture. Invece oggi leggiamo il solito fervorino del sindaco Lucchi, che difende l'indifendibile, ma, tra le righe, deve ammettere ‘non siamo stati perfetti'. E no, sindaco Lucchi, non può sempre cavarsela con delle scuse. La prima volta si può dire ‘abbiamo sbagliato', ma la seconda.... La verità è che la gestione comunale è allo sbando e gli errori si accumulano come la neve".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per questo motivo - conclude Celletti - presenterò un'interpellanza per sapere in modo analitico, chi svolga l'attività di sgombero, chi assegni le direttive, chi controlli che il lavoro venga eseguito, quanti e quali mezzi siano stati attivati, a quale ora, in quali aree cittadine, quante persone abbiano lavorato ed in quanti turni, per quali motivi il centro storico, come altre aree siano state completamente abbandonate, a quanto ammontino i costi relativi alle nevicate di dicembre e se siano già stati liquidati, a chi spetti la responsabilità dell'attività di sgombero in caso di nevicate, se non ritenga che le modalità di spazzare la neve ammucchiandola ai lati e quindi chiudendo di fatto strade laterali e accessi aggiunga ai disagi altri disagi".

Commenti (5)

  • Avatar anonimo di fabione
    fabione

    Effettivamente i disagi sono stati troppi. Pensavo che dopo la ‘batosta’ di dicembre fosse stato preparato un piano, ma così non è stato. Non capisco come si possa affermare che in tarda mattinata problemi non ce ne erano più. In realtà fino a tarda sera certe zone erano off limit. E per fortuna che finora le temperature si sono mantenute accettabili, se no stavamo freschi. Il Sindaco comunque ha la responsabilità su questi eventi e se la deve prendere tutta

  • Avatar anonimo di ing. Caroli
    ing. Caroli

    L'Alessandro che ha scritto che era tutto bello, lindo e pinto, pulito a dovere evidentemente si è servito per muoversi di un ultraleggero o di qualche altra macchina volante. Io sono andato in stazione per le 8.00 della mattina, ho preso il mio treno (meno in ritardo del solito), poi sono rientrato con quello che arriva alle 20.46. E la neve c'era ancora, salvo qualche "paciugo", qua e là per il disgelo. Voglio dire che di "a posto" c'era ben poco.

  • Avatar anonimo di JackP
    JackP

    Ad Alessandro Forse viviamo in due città diverse, visto che tra rami spezzati e neve spazzata nei bordi delle strade, che ostruivano i passaggi e persino i parcheggi, i disagi sono stati molto grandi. In molte strade secondarie i mezzi sono passati solo una volta ed in tarda mattinata, con buna pace di chi doveva andare a lavorare, mentre nelle zone periferiche nessuno e passato per togliere via la neve! Quello offerto dal comune di Cesena e stato un servizio al di sotto di ogni aspettativa minima!

  • Avatar anonimo di benni
    benni

    un mezzo spazzaneve per mettere a posto le strade ha sepolto i 2 passi carrai del condominio .. così le auto lasciate nei garage per non occupare le strade rimangono li'.. molto meglio di 20 giovedì ecologici ... andiamo pure a piedi, ma attenzione perchè possono caderti in testa i rami del viale , allora cammina pure ai margini della strada così ti possono bagnare bene ..vai in stazione a prendere il bus e non c'è .. .. allora abbiamo fatto un bel poetico pupazzo di neve

  • Avatar anonimo di Alessandro
    Alessandro

    Stavolta non sono d'accordo. E' vero ci sono stati dei disagi ma soprattutto la mattina e solo fino a tarda mattinata. Non è che le strade sono state completamente impraticabili o altro. Già dal pomeriggio la situazione era abbastanza affrontabile e oggi le strade sono a "posto". Non si può buttare sempre merda adosso al Sindaco solo perchè si è dell'opposizione.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -