Cesena: novità e sfizioserie ad Agrofer

Cesena: novità e sfizioserie ad Agrofer

CESENA - AGROFER è la rassegna delle energie rinnovabili e del risparmio energetico, con un occhio alla storia. Se per muovere un carro per la raccolta della frutta oggi ci soino i pannelli solari, per risuolare le scarpe nell'ottocento si girava in bici (ma anche per vendere noccioline e lupini o per le caldarroste -con tanto di grammofono sulla ruota anteriore), oggi abbiamo la luce fredda, mentre allora la musica si faceva "a mano" pigiando sui bottoni da camicia applicati ... ai tasti delle fisarmoniche. Certamente il risparmio energetico aiuterà a salvare parecchie specie animali, intanto, ad AGROFER si possono ammirare tantissimi imbalsamati in una delle sale dentro il padiglione espositivo.


La quarta edizione di "AGROFER, Salone delle Agroenergie, Risparmio energetico, Bioedilizia" (fino a domenica 5 aprile - ingresso libero, orario 9-19 - organizzata da Cesena Fiera, in collaborazione con Regione Emilia Romagna, Cise-Camera di Commercio di Forlì-Cesena e CRPV) è stata inaugurata venerdì mattina, 3 aprile, dal Sindaco Giordano Conti, assieme ad autorità civili e militari, che hanno poi percorso i padiglioni osservando e ammirando le proposte più originali.


AGROFER, oltre ad avere la caratteristica di essere la prima rassegna del settore con un chiaro risvolto agroindustriale, vuole interessare il visitatore anche con l'attenzione che i nostri avi avevano verso il risparmio energetico.
L'esempio di casa Econaturale che si ammira ad AGROFER e la ricostruzione di alcuni  ottocenteschi consente di valutare come la moderna Bioedilizia sia in parte debitrice di quel tempo (muri ventilati, ecc.).


Però, come non avere un momento di tenerezza, quando si guardano le biciclette da lavoro, autentiche officine ambulanti, mosse dalla forza dell'uomo. Accanto al bicicletta del ciabattino (con tanto di sgabello e forme e un ombrello per ripararsi), c'è quella del venditore di caldarroste, che per richiamare clienti ha istallato un grammofono, oppure quella del venditore di semi di zucca, noccioline. E sempre la forza dell'uomo alimentava la serie di stupende fisarmoniche che rappresentano l'intratttenimento dei secoli scorsi (altro che dvd e ipod!!!), addirittura sono esposte fisarmoniche i cui tasti sono costituiti da speciali bottoni da camicia, in autentica madreperla, che solo più tardi furono sostituiti dal tipo attuale di tasti.
E al passato-presete si pensa qundo si entra nella mostra di animali imbalsamati, frutto di anni di lavoro di un autentico esperto: si trova dal gigantesco struzzo al piccolo topino, passando da pennuti di colore diverso da quello consueto.


AGROFER è stata organizzata come un grande spazio informativo, dove chiunque, privato o Ente pubblico, azienda o associazione può avere indicazioni dagli esperti, vedere le apparecchiature e ricevere chiarimenti.
Ad esempio può vedere il carro raccogli frutta sperimentale realizzato dalla azienda Pullini, con il tetto a pannelli fotovoltaici. E' ottimo per i piccoli spostamenti della raccolta dai filari e per il trasporto delle casse piene. Potrebbe essere dotato di tre blocchi motore nelle tre ruote (al posto della sola ruota motrice attuale) e potrebbe essere adattato (basta applicare sedili posteriori) per il trapianto delle piantine (dalle fragole alle pomodore).


E che dire della luce fredda, che utilizza Led (diodo che emette luce), con lampade costruite con materiali riciclabili ed abbattono l'emissione di anidride carbonica e consentono di realizzare la necessaria temperatura colore e con una elevatissima durata (80mila ore, ovvero quasi 10 volte le alte).
Ad AGROFER sono presenti anche soluzioni in essere nel territorio. Romagna Compost (società del Gruppo Hera), che tratta i rifiuti organici prodotti dalle raccolte differenziate, sta ultimando un progetto di produzione di biogas, che potrebbe soddisfare il 10% dell'energia elettrica di Cesena.
Di interesse per i privati può essere anche l'applicazione di alimentazione per le auto diverse dalla benzina e dal gasolio, che non escludono auto di piccola dimensione, come dimostra una Fiat 500 in mostra con un sistema a GPL.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Sabato 4 aprile la parte convegnistica di AGROFER inizia alle ore 10 in Sala Verde con la Tavola Rotonda "Promozione Bioedilizia e Risparmio energetico nel territorio". Prosegue alle 10.00 in Sala Agricoltura con il Forum "REGBIE+, l'utilizzo della biomassa legnosa per scopi energetici". Nel pomeriggio la Sala Verde ospiterà alle ore 15.00 il seminario formativo "Più qualità, meno quantità, maggior resa. Azioni per una maggiore efficienza ed efficacia degli impianti in bioedilizia" e alle ore 17 il seminario "Energia alternativa: Conviene? Contributi, costi e risparmi".
  

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -