Cesena, nuova sede per il Centro di Salute Mentale del Rubicone

Cesena, nuova sede per il Centro di Salute Mentale del Rubicone

Cesena, nuova sede per il Centro di Salute Mentale del Rubicone

CESENA - Una maggiore accessibilità e una migliore qualità dei luoghi di cura, ascolto e assistenza, sono al centro della nuova tappa del progetto di potenziamento e riorganizzazione dei servizi di Salute mentale dell'Azienda Usl di Cesena. Inaugura mercoledì 7 luglio, alle ore 11.30, in via Fratelli Bandiera 15 a Savignano, la nuova sede ambulatoriale del Centro di Salute Mentale e del Centro Diurno del Distretto Rubicone, che faciliteranno l'integrazione tra i precorsi di cura e quelli di carattere riabilitativo.

 

Migliora anche l'accessibilità del servizio, grazie alla posizione strategica della sede di Savignano, comodamente raggiungibile, anche con i mezzi pubblici, da tutti i punti del distretto.

 

All'interno del Centro di Salute Mentale, attivo sei ore al giorno e dedicato al bacino d'utenza dei comuni di Savignano, San Mauro Pascoli, Gatteo, Borghi e Sogliano (42mila abitanti), si trovano tre salotti per il colloquio e la psicoterapia, un ambulatorio medico e un'infermeria, accanto ai locali amministrativi per il personale e ai servizi. Una stanza è stata riservata al Comitato Utenti Familiari (CUF), per agevolare ulteriormente l'ascolto e la collaborazione continua tra l'équipe dedicata, composta da due medici e due infermieri, e i familiari degli utenti.

Nel vicino Centro Diurno, aperto otto ore al giorno e rivolto ai nove comuni del Distretto del Rubicone (87mila abitanti), si trovano una sala di soggiorno e relax e una sala multifunzionale destinata ad attività di laboratorio e ricreative e ad incontri allargati.

 

Le caratteristiche strutturali e di arredo della nuova sede sono state pensate per agevolare un percorso di presa in carico degli utenti che pone al centro l'ascolto della persona in un ambiente il più possibile familiare e non medicalizzato.

Sale luminose e colorate, arredate in stile moderno in coerenza con standard culturali di cittadinanza e inclusione sociale,  contribuiranno alle caratteristiche di umanizzazione dei processi di cura.

 

La nuova sede di Savignano si aggiunge alle sedi già esistenti di Cesenatico, Mercato Saraceno e San Piero in Bagno e Cesena e rientra nel più ampio progetto di potenziamento del Centro di Salute Mentale dell'Azienda Usl di Cesena.

Il progetto complessivo è orientato a migliorare il livello qualitativo dell'assistenza per i 3850 utenti dell'intero territorio aziendale, ampliando sia gli orari di accesso che le caratteristiche dell'offerta ed è destinato nel 2011 al  consolidamento a Cesena  - dove il servizio è già attualmente aperto sulle 12 ore - del modello del Centro di Salute Mentale H 24 (cioè attivo sull'intero arco delle 24 ore, 7 giorni su 7), Tale realtà offrirà, accanto a risposte clinico-riabilitative continue, anche la possibilità di ospitalità notturna e un sicuro ausilio e sollievo nel carico assistenziale dei familiari degli utenti. Sarà cosi attivata una risposta da tempo chiesta dalle associazioni degli utenti, ma nel contesto dell'operatività di una struttura territoriale, meglio integrata fra riabilitazione sociale, cura, assistenza sanitaria e prevenzione.

 

Questa rappresenta una prima fase del progetto più complessivo di riorganizzazione dei servizi sanitari del Distretto Rubicone, che comincia con il CSM e il Centro Diurno al primo piano dello stabile di via fratelli Bandiera insieme ai servizi del dipartimento di Salute Pubblica e che si completerà a fine anno col trasferimento al secondo piano dell'area materno infantile: consultorio familiare, sala dei corsi di accompagnamento alla nascita, consultorio pediatrico, neuropsichiatria infantile con palestra riabilitativa, consultorio giovani e centro di ascolto sulle nuove droghe.

A conclusione del progetto dunque, la struttura rappresenterà il polo dedicato alla promozione della salute e alla prevenzione (educazione sanitaria, attività vaccinali, di screening, di igiene e salute pubblica, di salute mentale) in cui i tre Dipartimenti Territoriali (Cure Primarie, Salute Mentale e Sanità Pubblica) concorrono insieme attraverso relazioni di sinergie reciproche. Il Santa Colomba invece rappresenterà maggiormente il polo per l'accesso alle cure (sportello di prenotazione, farmaceutico, protesico) per la diagnosi (specialistica, diagnostica di laboratorio e per immagini) e per le cure intermedie (Ospedale di comunità, Hospice).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -