CESENA - Nuova struttura residenziale del Dipartimento di Salute Mentale

CESENA - Nuova struttura residenziale del Dipartimento di Salute Mentale

CESENA - Un nuovo “gruppo appartamento semi-protetto” di quasi 150 metri quadrati, dotato di 4 camere da letto (due singole e due doppie), due servizi igienici, e provvisto di tutti i comfort e requisiti di sicurezza richiesti dalla legge. In Via Ficchio, a Martorano, ha aperto i battenti la nuova struttura residenziale del Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda USL di Cesena.

Il nuovo edificio accoglie i 6 pazienti seguiti dal Centro di Salute Mentale dell’Ausl, fino ad oggi ospitati nella “vecchia” struttura di via Don Minzoni, che una volta ristrutturata sarà destinata esclusivamente alle attività riabilitative a ciclo diurno.

Il trasferimento della parte residenziale di via Don Minzoni nella nuova struttura di via Ficchio rientra infatti nella più vasta riorganizzazione dell’offerta semiresidenziale e dei servizi riabilitativi dei Centro di Salute Mentale dei Distretti Cesena–Savio e Rubicone che vede il potenziamento degli interventi destinati alle persone con problematiche psichiatriche maggiori e a rischio di esclusione sociale. In sostanza, il progetto “via Ficchio”, costituisce un ampliamento complessivo e un miglioramento qualitativo dell’offerta riabilitativa del Centro di Salute Mentale, cui corrisponde un preciso investimento sulla Salute Mentale degli adulti da parte dell’Azienda USL di Cesena.


L’importanza delle strutture residenziali nel percorso di riabilitazione psichiatrica del Dipartimento di Salute Mentale dell’Ausl di Cesena

Le strutture residenziali costituiscono parte integrante dell’area riabilitativa psichiatrica. Infatti, benché le cure e i trattamenti specifici (farmacologico e psicoterapico) abbiano ridotto grandemente l’impatto delle patologie mentali sul funzionamento globale delle persone affette da disturbi psichici gravi e persistenti, in alcune situazioni è necessario offrire assistenza in strutture protette per proseguire l’iter terapeutico e intervenire sulle competenze individuali (relazionali e sociali) migliorandole.


“L’assistenza residenziale – spiega Michele Sanza, responsabile del Dipartimento di Salute Mentale dell’Ausl di Cesena - pur sviluppandosi in programmi assistenziali di lungo periodo, non costituisce una risposta globale e definitiva alle patologie psichiatriche maggiori, quanto piuttosto un mezzo che rende possibile la prosecuzione delle attività terapeutiche e riabilitative per quelle persone che provengono da un contesto troppo fragile o la cui patologia si rivela incompatibile con la permanenza nell’ambiente di provenienza”.

Questi interventi costituiscono presidi preziosi e indispensabili che completano il circuito terapeutico delle psicosi e dei disturbi di personalità gravi, che fa capo al Centro di Salute Mentale (CSM), fulcro dell’assistenza psichiatrica territoriale, e al Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura (SPDC) che con l’assistenza di tipo ospedaliero offre trattamenti per le fasi acute di malattia e per gli scompensi più gravi.

E’ importante sottolineare infatti che la riabilitazione è un’area di pertinenza del CSM che si avvale di strutture intermedie (Centri diurni) e trattamenti intensivi (ambulatoriali e domiciliari). Pertanto i programmi residenziali sono in continuità con l’intero corredo di prestazioni riabilitative offerte dal CSM, cui si aggiungono gli interventi diretti alle famiglie (gruppi psicoeducazionali, sostegno e trattamento per i care givers).

L’offerta riabilitativa residenziale del Dipartimento di Salute Mentale

L’offerta riabilitativa residenziale dei Centri di Salute Mentale del Dipartimento di Salute mentale dell’Azienda USL di Cesena consta complessivamente di 109 posti, così suddivisi: 22 posti in STRUTTURE SOCIO RIABILITATIVE (10 posti letto a Tipano – Cesena - e 12 posti letto a Branchise (Gambettola) con copertura assistenziale 24 ore su 24), ad esclusivo invio del Centro di Salute Mentale dell’Ausl cesenate; 13 posti in STRUTTURE SOCIO - ASSISTENZIALI (Gruppi Appartamento): 4 posti letto nella struttura delle Vigne con copertura 6 ore/die per 6 giorni); 6 posti letto in “Via Ficchio” con copertura 12 ore/die per 7 giorni); 3 posti letto nella struttura autogestita “Carducci” di Cesenatico.

A queste si aggiungono 19 persone inserite in Strutture Residenziale Socio Riabilitative esterne, 26 persone inserite dal Centro di Salute Mentale dell’Ausl in Strutture Residenziali Socio Assistenziali esterne e 29 inserimenti del CSM in Case di Riposo.

Esistono poi due STRUTTRE SEMIRESIDENZIALI: il Centro Diurno “Don Minzoni” (15 posti, apertura 8 ore diurne (9 – 17) per 5 giorni, previsto ampliamento di tre posti fin dal termine dei lavori di ristrutturazione in atto, e il Centro Diurno “Branchise” di Gambettola con 10 posti, apertura 8 ore diurne (9 – 17) per 5 giorni.

Le strutture riabilitative del Centro di Salute Mentale dell’Ausl di Cesena sono gestite dalla Cooperativa “Quadrifoglio”.

In campo riabilitativo la riorganizzazione dell’offerta dei servizi prevede anche:

- lo sviluppo del sistema del case management intensivo. E’ un sistema che coinvolge e responsabilizza direttamene il personale del comparto, e in particolare gli infermieri, sulla gestione dei casi più complessi affidando loro risorse e competenze per il trattamento riabilitativo. Il medico continua a svolgere compiti di supervisione tecnica e di consulenza attiva sulla gestione terapeutica del caso.

- revisione degli interventi domiciliari; E’ stato attivato un gruppo di professionisti per la revisione degli interventi domiciliari e la razionalizzazione delle prestazioni con l’obiettivo di ampliare la presenza a casa degli ammalati di personale esperto del CSM

- promozione di interventi sistematici sui e per i familiari di tipo psicoeducazionale anche in collaborazione con le associazioni dei familiari – E’ stato attivato un Centro di ascolto e di consulenza psicologica per i familiari degli ammalati presso il Centro di Salute Mentale di Cesena. Gruppi psicoeducazionali e gruppi di auto aiuto per i care givers saranno attivati entro il 2008 in entrambe i CSM dell’Azienda.

Dati di attività del Centro di Salute Mentale così suddivisi

Distretto Cesena Savio

Nel 2006 il Centro di Salute Mentale del distretto Cesena-Savio ha seguito 1790 utenti ed per un totale di 34295 prestazioni effettuate. I cosiddetti “primi contatti” sono stati 454 (di cui 288 presi in carico e 166 senza la prosecuzione di un percorso terapeutico strutturato)

Distretto Rubicone

Nel 2006 il Centro di Salute Mentale del distretto Rubicone ha seguito 1664 utenti ed per un totale di 18237 prestazioni effettuate. I cosiddetti “primi contatti” sono stati 598 (di cui 370 presi in carico e 228 senza la prosecuzione di un percorso terapeutico strutturato).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -