Cesena, nuovo assetto della circolazione in via Fiorenzuola

Cesena, nuovo assetto della circolazione in via Fiorenzuola

CESENA - Lunedì 5 luglio scatta il nuovo assetto della circolazione in via Fiorenzuola. Nel tratto fra via Costa e via Ghirotti entrerà in funzione la corsia preferenziale con direzione Ospedale riservata ai mezzi di trasporto pubblico, taxi, mezzi usati da disabili, biciclette. Il resto del traffico che deve dirigersi verso il Bufalini sarà indirizzato verso via Costa per immettersi poi a via Emilia.

 

Per chi percorrerà via Fiorenzuola in direzione centro storico sarà istituito l'obbligo di dare la precedenza all'incrocio con via Costa e il limite dei 30 km orari nel tratto compreso fra via del Monte e la stessa  via Costa. Per  indicare questi due nuovi obblighi è stata realizzata una nuova segnaletica sia verticale che orizzontale, con la raffigurazione dei segnali anche sull'asfalto della carreggiata.

Chi proviene da via Don Baronio e deve imboccare l'antistante via Costa avrà, invece, il diritto di precedenza.

 

"Il nuovo assetto della circolazione in via Fiorenzuola - ricordano il Sindaco Paolo Lucchi e l'Assessore alla Mobilità Maura Miserocchi - fa parte del pacchetto di interventi scaturiti dal confronto partecipato sull'ultimo chilometro e ha l'obiettivo di ridurre il traffico che gravita su Porta Santi. Auspichiamo, infatti, che grazie a questo intervento chi proviene dalla vallata del Savio e deve recarsi nella zona dell'Ospedale e dello Stadio sia indotto a scegliere itinerari alternativi alla cosiddetta ‘circonvallazione sud' rappresentata da via Padre Vicinio da Sarsina. La sperimentazione durerà un anno e sarà costantemente monitorata e gli esiti verranno accuratamente quantificati, così come hanno richiesto anche i comitati di residenti di via Fiorenzuola e di Porta Santi. Al termine di questo periodo, nel giugno 2011, esamineremo la situazione assestata e valuteremo i risultati. Certo, nei primi giorni è facile immaginare  un po' di disorientamento da parte degli automobilisti, ma confidiamo che con il passare del tempo si determinino nuove abitudini nei percorsi e una sensibile diminuzione dei transiti in questa zona, che rappresenta uno dei nodi più critici della circolazione cittadina".

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -