Cesena, nuovo look per Villa Silvia: restyling da 125mila euro

Cesena, nuovo look per Villa Silvia: restyling da 125mila euro

Cesena, nuovo look per Villa Silvia: restyling da 125mila euro

CESENA - Restauro in vista per Villa Silvia di Lizzano. A ottobre partiranno i lavori di risanamento e restauro conservativo dell'edificio storico, necessari per sistemare le parti più degradate e a preservarne la statica: si interverrà sulle fondamenta e, per evitare i cedimenti delle strutture murarie dovuti al prosciugamento delle falde sottostanti, sarà installato un impianto di reidratazione del terreno, per un investimento totale di 125mila euro.

 

Si procederà, inoltre, a sistemare i cornicioni e gli intonaci esterni e a ritinteggiare l'edificio. Conclusione dei lavori entro primavera 2010.

 

"L'antica dimora cara al Carducci, oggi affidata alla gestione dell'Ammi (Associazione Musica meccanica Italiana) - sottolinea il sindaco Paolo Lucchi -  rappresenta senza dubbio un punto di attrazione nell'offerta turistica di Cesena, sia per il suo valore storico, sia per le attività che specialmente negli ultimi tempi si sono sviluppate intorno ad essa. Qui, infatti, l'Ammi ha creato una mostra permanente di strumenti musicali meccanici, mentre gli spazi della villa e del grande parco sono a disposizione per convegni, meeting e manifestazioni culturali: Villa Silvia Rock Camp ne è solo l'esempio più recente. Per ospitare adeguatamente quest'ampio ventaglio di attività, che comprende anche le visite guidate alla stanza del Carducci, è indispensabile garantire un'adeguata manutenzione della struttura, per metterla al riparo dagli insulti del tempo".

 

Contestualmente ai lavori di restauro partirà la riorganizzazione del percorso espositivo per dare vita a un museo vero e proprio, sotto la denominazione "500 anni di musica meccanica - Fascino e magia di antichi organetti". Ad anticiparlo è Franco Severi, responsabile dell'Ammi: "Il progetto prevede l'allestimento di sette sale, dove saranno collocati i vari esemplari della nostra collezione: organetti, piani a cilindro, spalloni, grammofoni. Un posto d'onore è riservato al tamburo meccanico progettato da Leonardo da Vinci, che abbiamo presentato alla città nella primavera scorsa e che a buon diritto può essere considerato l'antenato d'eccezione della musica meccanica. E non mancano veri e propri "gioielli" che stuzzicano curiosità e meraviglia: piccole tabacchiere dotate di piccolissimi carillon, piccoli sax meccanizzati, gabbiette con uccellini meccanici che cantano e si muovono, ma soprattutto il piano melodico appartenuto alla regina Margherita. Da sottolineare che si tratta dell'unico museo del genere in Italia, e senza dubbio non mancherà di richiamare numerosi visitatori, come avviene nel resto d'Europa, dove strutture analoghe sono diffuse da tempo. A confermarlo c'è l'interesse dei molti turisti che abbiamo ospitato durante l'estate. Infatti, da giugno, grazie all'accordo con un consorzio di alberghi di Cesenatico ogni mercoledì mattina abbiamo accolto gruppi di villeggianti provenienti dalla Riviera e l'iniziativa ha riscosso grande successo".

 

Va segnalato che, nonostante i lavori di manutenzione, Villa Silvia rimarrà aperta al pubblico tutti i sabati e le domeniche, dalle ore 16 alle ore 19 per le visite guidate gratuite. Per informazioni si possono contattare gli uffici dell'Ammi, aperti dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30, telefonando allo 0547 323425, oppure consultare il sito dell'associazione www.ammi-italia.com.

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -