Cesena, nuovo rinvio a giudizio per Mamma Ebe

Cesena, nuovo rinvio a giudizio per Mamma Ebe

Cesena, nuovo rinvio a giudizio per Mamma Ebe

CESENA - Nuovo processo per Mamma Ebe, al secolo Gigliola Giorgini. La "santona" toscana, che a lungo ha operato a Cesena, e' stata rinviata a giudizio dal gup di Pistoia Luciano Costantini insieme a 13 suoi collaboratori, con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata all'esercizio abusivo della professione medica e della truffa. La donna era finita in carcere l'11 giugno scorso nell'ambito di un'inchiesta della Procura pistoiese. La prima udienza si terrà il 22 marzo 2011.

 

Tra i rinviati a giudizio c'è anche il marito della 'santona', Gabriele Casotto, 55 anni. Tre indagati, tra cui l'ex parroco di Lamporecchio (Pistoia), hanno chiesto e ottenuto il rito abbreviato. Nonostante le ripetute istanze di scarcerazione presentate dai suoi avvocati per motivi di salute, l'anziana non e' stata liberata. A fine ottobre Mamma Ebe, ascoltata dai magistrati, ha negato ogni addebito.

 

La santona venne condannata a 7 anni due anni fa di reclusione dal Tribunale di Forli', per gli stessi motivi che la vedono indagata a Pistoia. A San Baronto ha una villa frequentata da decine di persone, soprattutto malati che chiedono la guarigione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -