Cesena: oltre 3 milioni di euro per sanare i danni creati dal maltempo

Cesena: oltre 3 milioni di euro per sanare i danni creati dal maltempo

Cesena: oltre 3 milioni di euro per sanare i danni creati dal maltempo

CESENA - Quasi 6 milioni di euro in più per manutenzioni, provvedimenti a sostegno delle famiglie e delle imprese contro la crisi, riqualificazione del sistema scolastico, attività culturali, snellimento e maggiore trasparenza dei procedimenti, riqualificazione urbanistica grazie alla manovra di bilancio messa a punto dall'Amministrazione Comunale in questi giorni. Oltre 3,3 milioni di euro sono destinati a sanare in gran parte i guasti causati dal maltempo

 

Di questa somma, come ha specificato il vicesindaco e assessore al Bilancio Carlo Battistini illustrando martedì scorso la manovra alla prima commissione consiliare, circa 1 milione e 700mila euro scaturisce dalla prima variazione di bilancio, mentre la parte restante (oltre 4 milioni e 200mila euro) risulta da nuove risorse, e in particolare da quelle provenienti all'avanzo di bilancio e da nuovi contributi arrivati al Comune, soprattutto dalla Regione Emilia Romagna.

 

"In un momento reso ancora difficile dalla crisi in atto - spiega il Sindaco Paolo Lucchi -  l'Amministrazione Comunale mette a disposizione una somma consistente per finanziare subito interventi importanti, che riteniamo prioritari. Diamo così seguito alle linee di indirizzo proposte dalla Giunta già alcune settimane fa, in fase di rendiconto, in merito all'avanzo di bilancio di 3 milioni di euro, determinato in gran parte,  come si ricorderà, dall'erogazione di trasferimenti dallo Stato giunti in ritardo. In armonia con quelle indicazioni, fra le previsioni di intervento, mettiamo al primo posto  i lavori necessari per il ripristino dei danni causati dal maltempo".

 

Le nuove disponibilità finanziarie sono state ripartite principalmente in sei macroaree di intervento:

Manutenzione, tutela e sicurezza del territorio;

Provvedimenti di contrasto alla crisi a favore di famiglie, sistema economico e sociale;

Sistemazione e riqualificazione del sistema scolastico

Innovazione, trasparenza e comunicazione istituzionale;

Grande Malatestiana e cultura;

Riqualificazione urbanistica della città

 

La quota più consistente - oltre 3 milioni e 300mila euro - è destinata alla di manutenzione, tutela e sicurezza del territorio e sarà utilizzata, in gran parte a sanare i guasti causati dal maltempo e dalle piogge invernali: 200mila euro andranno per interventi urgenti sulle frane, 1 milione e 500mila euro per ripristinare la pavimentazione delle strade urbane ed extraurbane, 150mila euro per consolidare le mura dello sferisterio. Ma nel pacchetto sono inseriti - solo per citare le opere più rilevanti - anche il rinnovo della segnaletica stradale nell'ambito del piano per la sicurezza e la riqualificazione delle fermate degli autobus.

 

Quasi 1 milione di euro in più servirà  per provvedimenti di contrasto alla crisi a favore di famiglie, sistema economico e sociale. In particolare, si investirà sull'edilizia residenziale pubblica, ma - fra le altre cose - si mira anche a rafforzare il Fondo sociale per l'Affitto, il Fondo per l'emergenza sfratti, il Consorzio Fidi.

 

Circa 335mila euro saranno riservati a interventi di sistemazione e riqualificazione del sistema scolastico, con una particolare attenzione per l'adeguamento delle aree esterne a servizio delle scuole materne.

 

Al budget per l'informatizzazione, la trasparenza, la comunicazione istituzionale si aggiungono circa 250mila euro, che saranno utilizzati soprattutto per la digitalizzazione degli archivi, per la creazione della Banca delle Conoscenze (cioè la banca dati dei prodotti e servizi messi a disposizione dall'ente: l'iniziativa rientra nell'ambito del progetto Eli4u), per lo sviluppo della comunicazione attraverso i nuovi media. 

Oltre 400mila euro andranno a implementare le risorse a disposizione per la cultura, e in particolare per completare il terzo lotto della grande Malatestiana.

Infine, 86mila euro integreranno la quota relativa alla riqualificazione urbanistica e serviranno per la progettazione degli interventi di riqualificazione previsti per il complesso piazza Bufalini - piazza Almerici e per il tratto urbano della via Emilia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -