Cesena, oltre 50 eventi: al via la 'Fiera di San Giovanni'

Cesena, oltre 50 eventi: al via la 'Fiera di San Giovanni'

Cesena, oltre 50 eventi: al via la 'Fiera di San Giovanni'

CESENA - Si inizia mercoledì 23, e fino a domenica 27 giugno il centro storico diventa il palcoscenico per festeggiare 'Solstizio, notte di San Giovanni e Patrono'. Oltre 50 eventi di cultura, spettacolo e intrattenimento. Dopo l'inaugurazione ufficiale (mercoledì 23 giugno - via Battisti ore 18), si tiene il concerto della "Banda Citta di Cesena" (ore 19, Portico del Comune in piazza del Popolo), per rendere più gioiosa (e con un momento culturale) questa "versione" moderna dell'antica Fiera di San Giovanni che si teneva in occasione del Patrono di Cesena.

 

Da mercoledì 23 a domenica 27 giugno, le piazze e le strade del cuore cittadino tornano a ospitare un appuntamento caro ai cesenati, ma che sta attirando tante persone dalle altre province e da fuori regione, grazie ad un vasto programma di iniziative, parecchie realizzate con la collaborazione delle associazioni no profit, dei commercianti e degli operatori del centro storico. Quest'anno, poi, "Cesena in Fiera" si estende a parte di via Battisti, a piazza Guidazzi ed occuperà lo sferisterio della Rocca con il primo Torneo di beach tennis Trofeo "San Giovanni" - Città di Cesena.

 

"Cesena in Fiera" mantiene la secolare tradizione del Grande Mercato, che si teneva nel passato per la festa del Patrono, e che oggi consente di apprezzare prodotti tipici e dell'artigianato (per un totale di circa 500 espositori), in cui si trovano varie "sezioni", quali il Salone d'Estate dell'Auto (piazza della Libertà), la Fiera Antica (artigianato, erboristeria - vie Zeffirino Re, Fantaguzzi, Strinati e piazza Aguselli), La Via Verde (piazzetta della Barriera) e la Mostra Campionaria (servizi per casa, famiglia e tempo libero - corso Mazzini e Garibaldi), oltre ad Ambulanti in Fiera, che inizia mercoledì 23 alle ore 15 con 300 ambulanti.

 

A Cesena non poteva mancare la gastronomia, ad esempio, come offerta di produzioni tipiche di varie regioni nello spazio Appennino in Tavola, in piazza Almerici. Volendo pranzare o cenare o spiluzzicare ecco le "Osterie" (punti ristoro creati per l'occasione della Festa): quella Del Mare è in piazza Almerici, mentre Piazzetta Cesuola diventa La Piazzetta dei Sapori, con aperitivi e musica, e Corte Dandini si trasforma nella Corte della Sosta dove si troverà la Casa degli Chef in cui i Cuochi dell'Associazione intaglieranno frutta, con assaggi di prodotti ortofrutticoli del territorio e mercoledì 23 Concertino dei Vermillion Sands.

 

In piazza Aguselli c'è la "classica" Osteria Romagnola che quest'anno si gemella con la Sardegna offrendo in un unico spazio due cucine tipiche. In via Strinati Le Bontà di Orocarni (sabato panserotti) e in piazzetta Fabbri, Maison Lulù (spuntini e cene in musica). E poi ci sono l'Osteria Emiliana (piazza Amendola -dove è presente anche Baricentro, mangiari freddi e musica: mercoledì 23 pizzica con Balli Valentini) il Chiosco Fresco (piazza Aguselli) e il Chiosco dei pescatori (piazza Guidazzi con pesce al cartoccio).

 

Fra le mostre d'arte da segnalare "La Croce la testa e il piatto, Storie di San Giovanni Battista", esposizione di dipinti del Seicento a cura dell'Assessorato alla Cultura, in Galleria Comunale e, occasione per (ri)vedere la Biblioteca Malatestiana, nella Sala Lignea, con una serie di dipinti sulla decollazione del Santo. Inoltre si terrà una estemporanea di pittori in via Pescheria e una mostra di Fotografia in Galleria Cesuola. In piazza Aguselli verrà venduta per beneficenza una serigrafia realizzata dall'artista Domenico Cancelli.

 

Fra gli spettacoli, le proposte del Cantiere Giovane e l'Arena Spettacolo, realizzata nel Chiostro di San Francesco. Ma anche Spettacolo di Magia (ore 17/20 e 22.30 al teatro Jolly con I Phosphorus che presentano "Sfida Magica".

 

In piazza Aguselli, c'è il palcoscenico "centrale", che alle ore 21.15 di mercoledì 23 ospita "La notte incantata - Donna Fata, Donna Strega" dimostrazione-spettacolo di moda e acconciature a cura della CNA. Sempre alle ore 21, all'interno dell'iniziativa del Comune "I Viandanti ad San Zvan", organizzata dall'Ufficio di Promozione Turistica, c'è "Ali nella notte" un percorso scientifico e mitologico per scoprire i misteri della natura notturna con visita al Museo di Scienze naturali.

 

Solstizio e notte di San Giovanni sono i periodi più indicati per le magie d'amore e Cesena in Fiera "apre" al mistero con le Vie della Magia, dove trovare amuleti e cartomanti, senza trascurare il tradizionale acquisto della lavanda e dell'aglio. La festa del Santo è legata anche ad una particolarità: il fischietto di zucchero. I più tradizionali sono a forma di galletto e rossi (il rosso è il colore dell'amore). Ormai sono entrati nella tradizione di "Cesena in Fiera" la Lotteria di San Giovanni (estrazione la notte del 27) e un "ricco" Luna Park.

 

In vicolo Madonna del Parto si trovano animazioni, assaggi e prodotti etnici a cura della Casa della Donna "Sei Associazioni per San Giovanni". Infine, va segnalata l'autentica novità 2010: la valorizzazione della lavanda. ed è stato creato una insegna specifica (Qui trovate la Lavanda di San Giovanni) per segnalare chi vende lavanda di propria produzione e le Associazioni (dallo IOR alla Croce Rossa) che offrono confezioni a base di lavanda, magari assieme ad aglio e spighe di grano. E in piazza Guidazzi, di fronte al Teatro Bonci ci sono "I Tesori si San Giovanni", lavanda, appunto, aglio e nocino, che saranno oggetto di iniziative nei prossimi giorni: dal Concorso per il Nocino casalingo migliore, al Mazzo più bello

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -