Cesena, omicidio di Stefania. Il suo prof: "Era brava e serena"

Cesena, omicidio di Stefania. Il suo prof: "Era brava e serena"

Cesena, omicidio di Stefania. Il suo prof: "Era brava e serena"

CESENA - Dal luogo del delitto, quell'angolo di centro a pochi passi da piazza del Popolo, in viale Mazzoni, si moltiplicano le testimonianze sbigottite per il drammatico omicidio di Stefania Garattoni. Una commerciante della zona rivive i momenti di mercoledì pomeriggio: "L'amica della ragazza che era in evidente stato di shock ed era sporca di sangue. L'ho fatta andare alla mia toilette dove si è potuta pulire ma era in procinto di svenire da un momento all'altro".

 

Dice la commerciante: "Erano le 15 circa e stavo chiudendo, non ho sentito nulla solo l'ambulanza . Le sono stata vicina finché non è venuta la madre a prenderla".

 

Un professore della scuola frequentata da Stefania, il centro studi 'Cartesio' ha descritto così l'alunna: "Era una ragazza serena, non ha mai dato a pensare che avesse delle preoccupazioni che la turbassero. Ha fatto delle belle interrogazioni e si applicava. Aveva il diploma in studi sociali e si preparava all'esame da dirigente di comunità".

 

Un altro esercente della zona si è stupito per non aver sentito nessuna colluttazione ma solo dei gemiti dopodiché è giunta subito l'ambulanza. Inoltre, a detta di amici di un ragazzo che erano a cena con lui martedì sera: "Dava forti segni di squilibrio". Sempre martedìsera Luca Lorenzini chiedeva se un suo amico gli poteva prestare una casa in collina dove voleva ritirarsi.

 

Alessandro Mazza

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -