Cesena: operaio folgorato alla 'Amadori', per il sindaco Conti "cordoglio, dolore e preoccupazione"

Cesena: operaio folgorato alla 'Amadori', per il sindaco Conti "cordoglio, dolore e preoccupazione"

CESENA - "La tragedia avvenuta domenica pomeriggio nello stabilimento Amadori di San Vittore ha destato enorme impressione in tutti i cesenati. E non può essere diversamente, quando la morte coglie un giovane uomo, con ancora tutta la vita davanti, impegnato nello svolgimento del suo lavoro".

 

Il sindaco di Cesena, Giordano Conti, esprime tutto il cordoglio, suo e dell'intera città, alla famiglia dell'elettricista rimasto folgorato mentre stava eseguendo alcuni lavori nello stabilimento Amadori di San Vittore.

 

"E' il cordoglio di un'intera città quello che desidero esprimere alla famiglia di Stefano Barchi, alla moglie, ai suoi bambini rimasti senza padre in tenerissima età. Ma  accanto al dolore c'è la viva preoccupazione per un fenomeno che non conosce sosta. L'incidente che è costato la vita a Stefano Barchi si inserisce nell'impressionante sequenza di morti e infortuni che ancora oggi, nel 2008, si registrano nel nostro Paese. Il problema della sicurezza sul lavoro tocca particolarmente da vicino la nostra realtà provinciale, che detiene il triste primato della più alta incidenza di infortuni a livello regionale, e in molti ambienti di lavoro stenta ancora ad affermarsi quella cultura della sicurezza che è fondamentale per salvaguardare i lavoratori. Di fronte a tutto questo le istituzioni locali non possono stare a guardare".

 

"Per quanto riguarda il Comune di Cesena - conclude il primo cittadino - intendiamo proseguire nella strada intrapresa già nel 2006, quando ci siamo fatti promotori di un protocollo d'intesa per la regolarità e la sicurezza degli occupati nel settore delle costruzioni e dei servizi, che ha visto protagonisti tutti i soggetti coinvolti, a vario titolo, in questa tematica. Riteniamo che nessuno debba tirarsi indietro: abbassare la guardia può significare il sacrificio di altre vite. E noi non vogliamo piangere altre vittime cadute sul posto di lavoro".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -