Cesena, PdL contro il Comune: "Rifende i rincari di Hera"

Cesena, PdL contro il Comune: "Rifende i rincari di Hera"

CESENA - Giovedì scorso in Consiglio comunale è approdata l'interpellanza presentata dal gruppo Pdl in merito agli aumenti prospettati da Hera sulla tariffa rifiuti. Italo Macori, capogruppo del Popolo della Libertà, ha giudicato "desolante" la risposta fornita dall'Assessore all'Ambiente Lia Montalti: "Ancora una volta la Giunta Lucchi invece di schierarsi dalla parte dei cittadini e delle imprese, che dovranno subire un aumento di oltre il 2,5% sulla tariffa rifiuti per il 2010, prende le difese di Hera e di fatto giustifica l'operato del colosso bolognese".

 

E ancora Macori: "Dire che gli aumenti tariffari si tradurranno in pochi euro in più a carico delle famiglie non è un argomento valido, non possiamo tollerare infatti che in un momento di crisi e di difficoltà i sindaci del nostro territorio scelgano di scaricare nuovi oneri sui cittadini, mentre la qualità del servizio offerto da Hera, di certo, non aumenta. Forse basterebbe che i nostri amministratori ogni tanto si confrontassero con i tanti artigiani, commercianti e piccoli imprenditori, che quotidianamente incontrano difficoltà enormi nel rapportarsi con questa società".

 

"Ma gli aumenti tariffari richiesti da Hera e il comportamento troppo accomodante di chi ci governa non devono stupire, se pensiamo all'enorme conflitto di interesse che è insito nel rapporto tra i comuni e il colosso bolognese. Finché il controllato e il controllore saranno di fatto gli stessi soggetti, con i sindaci che continuano ad essere azionisti di Hera e ad incassare i dividendi, è inevitabile che alla fine a farne le spese siano i cittadini e le imprese. Nonostante questo - conclude il capogruppo del Pdl - noi continueremo la nostra battaglia denunciando i disservizi e i forti aumenti tariffari praticati in questi anni".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -