Cesena: per gli assistenti civici 456 interventi in nove mesi

Cesena: per gli assistenti civici 456 interventi in nove mesi

Immagine d'archivio-20

CESENA - 456 ispezioni effettuate nell'arco di 38 settimane di attività, monitoraggio sistematico di quattro zone (Parco Ippodromo, Parco per Fabio, Giardini di Serravalle, il complesso costituito da Piazza del Popolo, Viale Mazzoni e il Parco Rocca), 114 segnalazioni trasmesse ai Servizi Sociali legate alla constatazione di piccoli inconvenienti; di queste 23 girate ad altri uffici per dare soluzione al problema rilevato. E' questo il bilancio dei primi 9 mesi di lavoro degli Assistenti Civici Volontari, entrati in azione a metà ottobre, a seguito della convenzione siglata fra Amministrazione Comunale e Auser.

 

"Con l'avvio dell'esperienza degli assistenti civici volontari - ricordano il Sindaco Paolo Lucchi e l'Assessore per la Promozione delle Politiche delle Sicurezze Ivan Piraccini - abbiamo voluto mettere a disposizione dei cittadini nelle principali aree verdi figure che diventassero punto di riferimento per fare segnalazioni o anche solo per ottenere informazioni, in modo da rafforzare il senso di sicurezza e di pacifica convivenza nelle nostre aree pubbliche. Ma al tempo stesso, grazie al puntuale controllo dei volontari, possiamo contare su una conoscenza più capillare del territorio, estremamente utile per i vari settori del Comune per individuare più celermente le criticità su cui intervenire. E va rilevato che dai resoconti degli assistenti civici risulta una quadro confortante: la stragrande maggioranza delle segnalazioni riguarda situazioni di piccolo degrado, dalle panchine rovinate ai giochi per bambini rotti, dai bagni pubblici non funzionanti all'abbandono scorretto di rifiuti. Insomma, niente di veramente allarmante, a conferma del fatto che a Cesena si può contare su un clima vivibile e tranquillo. E' chiaro che questo non ci deve far abbassare la guardia verso le situazioni di rischio che, pure, esistono, ma che per fortuna sono circoscritte e non hanno compromesso la possibilità per i cesenati di godere della propria città".

 

"Ancora una volta - rimarca dal canto suo l'Assessore alle Politiche per il Benessere dei Cittadini Simona Benedetti - va sottolineato il prezioso apporto dell'associazionismo (in questo caso l'Auser) che con la sua capillare e vivace presenza rappresenta peculiarità di Cesena e uno straordinario valore aggiunto per la vita della città e per la promozione della coesione sociale"

Come stabilito nell'accordo con l'Amministrazione Comunale, è previsto che gli assistenti civici perlustrino in coppia l'area loro affidata, girando soprattutto a piedi, tre volte alla settimana, in orari concordati.

 

Per essere facilmente riconoscibili dalla popolazione indossano una casacca contrassegnata dal loro logo distintivo, ideato dagli studenti dell'Istituto Versari di Cesena.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -