Cesena, polizia municipale. Di Placido (Pri): "Massima chiarezza"

Cesena, polizia municipale. Di Placido (Pri): "Massima chiarezza"

Le notizie riguardanti la nuova definizione organizzativa del corpo do Polizia Municipale diffuse in questi giorni dagli organi di stampa meritano, a nostro modo di vedere, qualche approfondimento.Dopo il repentino allontanamento del Comandante Roverati, arriva una sorta di "mini-rivoluzione" compiuta nel periodo di ferragosto, si dice per rispondere alle disposizioni contenute nel nuovo Codice della strada, con particolare riguardo alla riduzione della tempistica di conclusione di alcuni procedimenti (notifiche, contravvenzioni) e alla possibilità di rateizzare le sanzioni.

 

Questo pare comportare la necessità di costituire un nuovo ufficio contenzioso con un nuovo responsabile, individuato nell'attuale responsabile dell'Ufficio territoriale.

 

Sulla necessità concettuale di organizzare diversamente il lavoro della Polizia Municipale attendiamo di avere maggiori informazioni dalla Giunta, per il momento ci limitiamo a qualche considerazione.Innanzitutto speriamo che il nuovo Comandante sia stato non solo messo al corrente ma anche coinvolto in questo processo: sarebbe infatti curioso se, a 15 giorni dal suo insediamento, queste scelte fossero state prese a sua insaputa o con un coinvolgimento puramente formale; forse si sarebbe comunque potuto attendere che egli prendesse servizio e fosse in grado di valutare la situazione con maggiore cognizione di causa.Oltre a questo, confidiamo che le numerose importanti indagini portate avanti dall'Ufficio territoriale e dal suo responsabile non subiscano rallentamenti, e che il medesimo Ufficio sia messo in grado di continuare a lavorare con la giusta disponibilità di mezzi e persone.

 

Qualsiasi nuova organizzazione del corpo di Polizia Municipale deve avere come obiettivo la piena funzionalità e la valorizzazione delle risorse presenti; non sono tanto lontani i tempi nei quali abbiamo purtroppo assistito a spiacevoli divisioni interne, che hanno portato ad una evidente diminuzione della qualità del servizio offerto ai cittadini.Occorre quindi massima chiarezza negli intenti e nelle soluzioni, evitando scorciatoie e questioni personali.Siamo certi che, una volta insediato il nuovo Comandante, ci sarà la possibilità di approfondire tutti questi aspetti.


Luigi Di Placido

Capogruppo PRI in Consiglio Comunale    

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -