CESENA - Presentata la proposta di bilancio preventivo

CESENA - Presentata la proposta di bilancio preventivo

CESENA - Un milione di euro per attuare nuovi interventi e servizi a favore di famiglie, bambini, anziani, portatori di handicap, imprese, associazioni.

Nove milioni di euro spalmati nel triennio per la politica della casa, di cui uno spendibile immediatamente nel 2007.

Oltre 32 milioni di euro di investimenti destinati in buona parte per le opere pubbliche, concentrandosi soprattutto su quelle considerate inderogabili.

Mantenimento degli standard qualitativi e quantitativi dei servizi già erogati.

Questi gli obiettivi principali del bilancio preventivo 2007 che la Giunta di Cesena ha messo a punto e si prepara a discutere con le parti politiche, economiche, sociali e culturali.


“Anche questa manovra, come quelle degli ultimi anni, – sottolinea il sindaco Giordano Conti – nasce in condizioni di grande difficoltà. Vari gli elementi che concorrono a rendere problematica la situazione: da una parte dobbiamo fare i conti con il progressivo aumento dei costi per l’erogazione dei servizi e il contestuale impoverimento dei trasferimenti dallo Stato e, dall’altra, si devono affrontare le disposizioni sempre più vincolanti delle ultime leggi finanziarie. Tutto questo mentre la città cresce e, con essa, i bisogni a cui occorre far fronte. In particolare, in base a quanto previsto dalla Legge Finanziaria 2007, in corso di approvazione, il rispetto del Patto di Stabilità implica per il comune di Cesena l’obbligo di raggiungere un saldo finanziario (entrate e spese finali) di 3milioni di euro, restringendo ulteriormente le disponibilità di spesa. Inoltre, la stessa Finanziaria stabilisce che i trasferimenti erariali e la compartecipazione Irpef per il 2007 siano confermati agli stessi livelli del 2006, che erano già stati fortemente ridotti rispetto agli anni precedenti. Saranno minori anche le risorse destinate agli investimenti: il Patto di Stabilità, infatti, impone il loro ridimensionamento, in modo da ridurre il livello di indebitamento pubblico”.


“Di fronte a questo quadro - dichiara l’assessore al Bilancio Lorenzo Gasperoni - il Comune di Cesena si impegnerà prima di tutto, come ha sempre fatto, per garantire una gestione virtuosa delle somme a disposizione. Un impegno che in questi anni ci ha permesso di mantenere il nostro livello di tassazione fra i più bassi a paragone con le altre città dell’Emilia-Romagna con più di 50mila abitanti e sensibilmente inferiore alla media regionale. Oggi, per mantenere il livello dei servizi e dare risposte adeguate alle esigenze vecchie e nuove dei cesenati, siamo costretti ad apportare un ritocco dello 0,2 % all’addizionale Irpef, che ci consentirà di avere a disposizione 2,4 milioni di euro. Ma anche così la pressione fiscale di Cesena resta fra le più leggere dell’Emilia – Romagna. Mi preme inoltre sottolineare che, se non applicassimo l’addizionale, ci sarebbe il rischio concreto di non rispettare il Patto di Stabilità. In questo caso, fra le sanzioni previste per gli enti locali che sforano, c’è l’automatica applicazione di un’addizionale Irpef dello 0,3%, quindi più alta rispetto a quella che proponiamo. Ma non è questa l’unica misura che abbiamo individuato per reperire le risorse: è stata decisa una serie di razionalizzazioni interne all’ente che consentirà di recuperare 1 milione e 300mila euro, mentre per finanziare gli investimenti sarà data attuazione al piano delle alienazioni che, per il 2007, prevede entrate per oltre 12 milioni di euro”.


I provvedimenti previsti

Entrando nel dettaglio, ecco cosa prevede la manovra economica 2007 del Comune di Cesena. Le maggiori disponibilità economiche reperite consentiranno di destinare 1 milione di euro per avviare nuovi servizi a favore, soprattutto, della prima infanzia, degli anziani, dei portatori di handicap, delle imprese, dell’associazionismo. Va sottolineato, poi, che nel 2007 è stato previsto di destinare 1 milione di euro per incentivare le politiche per la casa; è questa solo la prima tranche dei 9 milioni di euro complessivi che saranno stanziati a questo scopo nel triennio 2007-2009. Infine, 1 altro milione e 400mila euro circa serviranno per mantenere l’attuale qualità e quantità dei servizi, alla luce degli aumentati costi.

Ampliamento e introduzione di nuovi servizi

Prima Infanzia - 100mila euro

Centomila euro saranno destinati per aumentare di 50 unità i posti nei nidi convenzionati, in modo da consentire la copertura completa della lista di attesa. In questo modo potrà trovare posto nei nidi cesenati il 30 per cento dei bambini da 0 a 3 anni (l’obiettivo dell’Amministrazione è di arrivare alla copertura del 33 per cento entro il 2010).

Anziani - 320mila euro

E’ previsto l’incremento dei servizi attraverso interventi di due tipi:

1) potenziamento del servizio domiciliare e contributi per badanti (in tutto circa 70mila euro) per favorire la permanenza a casa dell’anziano;

2) interventi per agevolare economicamente il costo del ricovero contenendo il valore delle rette (250mila euro).

Handicap – 90mila euro

Novantamila euro saranno utilizzati per incrementare i servizi sociali rivolti ai portatori di handicap e le loro famiglie attraverso lo sviluppo dei servizi domiciliari e interventi per di sollievo per i familiari.

Tariffa sociale – 140mila euro

Sono previsti interventi per il servizio acqua a favore di famiglie meno abbienti.

Sviluppo economico – 180mila euro

Saranno destinati 180mila € (con un incremento del 40% dall’anno precedente) per sostenere l’avvio di imprese di giovani e donne.

Associazionismo e volontariato – 60mila euro

E’ previsto lo stanziamento di 60mila euro (con un aumento del 40% rispetto all’anno precedente) per contributi a sostegno dei progetti delle associazioni sportive e culturali della città

Casa – 1 milione di euro (9 milioni di euro nel triennio)

E’ stato definito il Piano triennale che prevede la messa a disposizione di 9 milioni nel periodo 2007-2009; questa somma consentirà di mettere a disposizione di 60/70 nuovi appartamenti. Si comincia nel 2007 con 1 milione d euro (in conto capitale) che verrà utilizzato per acquistare appartamenti da rendere immediatamente disponibili per la locazione.


Mantenimento degli standard qualitativi dei servizi esistenti

Per garantire il mantenimento degli standard qualitativi e quantitativi dei servizi attualmente erogati serviranno oltre 1 milione e 400mila euro in più.

Più precisamente:

  • per confermare gli attuali servizi sociali saranno necessari ulteriori 290mila euro
  • per il mantenimento dei servizi scolastici altri 200mila euro.
  • per mantenere il livello attuale di trasporto pubblico 500mila euro in più (per assorbire l’aumento del costo del carburante).
  • per pulizia della città e lo sfalcio dell’erba 100mila euro in più.
  • per illuminazione pubblica ulteriori 330mila euro. A questa cifra vanno aggiunti anche altri 150mila euro necessari per l’illuminazione nei nuovi quartieri della città (755 nuovi punti luce).

Opere Pubbliche

Nel pianificare le opere pubbliche di cui avviare l’iter la realizzazione nel 2007 si è tenuto conto delle esigenze più urgenti della città, in coerenza con il mantenimento degli impegni di mandato.

Fra le opere individuate ci sono

1) Primo lotto Gronda (3.500mila euro)

2) Primo lotto del Parcheggio dell’Osservanza (1.500mila euro)

3) Scuola Materna di Martorano (1.800mila euro)

4) Ampliamento scuola primaria di Pievesestina (1.800mila euro)

5) Completamento Scuola elementare San Giorgio (450mila euro)

6) Strada nuova Scuola di San Giorgio (500mila euro)

7) Bonifica Ex Discarica Rio Eremo (1.300mila euro)

8) Progetto Cesena Nord Est e Idrogeologico (1.500mila euro)

9) Programma ATO (1.000 mila euro)

10) Cimitero di Martorano (1.800mila euro)

11) Acquisto Sant’Agostino (782mila euro)

12) Manutenzione straordinaria Pista di Atletica (600mila euro)

A questi vanno aggiunti 1.600mila euro per manutenzioni varie (scuole, impianti sportivi, ecc.) 4 milioni di euro per manutenzione stradale, marciapiedi, segnaletica e fogne.


A completare il quadro del bilancio 2007 va ricordato che a partire dal prossimo anno faranno sentire il loro peso sui conti del Comune le obbligazioni derivanti dai mutui accesi e dai boc emessi nel 2006, per un totale di 10 milioni e 950mila euro.

In particolare, le operazioni di indebitamento sono state realizzate per finanziare:

  • la sistemazione e i nuovi parcheggi del Centro Coming (200mila euro),
  • il collegamento di via Cervese a via Ravennate e parcheggio a nord della stazione (1.500mila euro);
  • il secondo stralcio per la riqualificazione urbana e viaria di via Cesare Battisti (1.880mila euro);
  • la riqualificazione e pista ciclabile su Sobborgo Comandini (300mila euro);
  • interventi nei quartieri: impianti sportivi, sicurezza stradale e viabilità (1.600mila euro);
  • manutenzioni (1.710mila euro).

Reperimento delle risorse

Per reperire le risorse necessarie, oltre al ritocco dello 0,2 % dell’addizionale Irpef, è stato deciso un pacchetto di misure di razionalizzazione. Fra esse compaiono:

- economie per oltre 500.000 € nella gestione dei servizi;

- tagli della spesa per beni e incarichi (320mila €);

- razionalizzazione della spesa per personale dipendente e dirigente (500mila €).

- intensificazione della lotta all’evasione fiscale nell’area ICI e predisposizione alla gestione del catasto a livello comunale (600mila €);

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

- valorizzazione del patrimonio immobiliare, anche attraverso la costituzione di idonea società di gestione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -