Cesena: prevenzione anti-incendi, pronti i punti di approvigionamento-idrico

Cesena: prevenzione anti-incendi, pronti i punti di approvigionamento-idrico

CESENA - In caso di incendio boschivo tutti i punti di approvvigionamento idrico pubblici e privati presenti sul territorio comunale devono essere disponibili per rifornire le autobotti e gli elicotteri impegnati nell'opera di spegnimento. . Lo prevede un'ordinanza emanata nei giorni scorsi e che sarà in vigore fino al 30 settembre. Chi non adempie a queste disposizioni rischia una sanzione compresa tra 25,00 € e 500,00 €.

 

Come sottolinea il Servizio di Protezione Civile del Comune di Cesena, il provvedimento, che consente a Vigili del Fuoco e Corpo Forestale di prelevare acqua da tutti i punti ritenuti utili al bisogno, rientra nel quadro delle misure straordinarie adottate sul territorio comunale - in armonia con il  Piano di emergenza provinciale di protezione civile ed il Piano comunale di protezione civile - per essere pronti a far fronte a eventuali casi di incendio nel periodo di "grave pericolosità per gli incendi boschivi" dichiarato dal 19 luglio al 27 agosto.

 

Nella stessa ordinanza si invita la cittadinanza ad adottare ogni comportamento utile ad evitare preventivamente l'innesco di incendi, sia nella conduzione di fondi propri, che nell'utilizzo di aree pubbliche o di terzi. Si raccomanda, inoltre, di rispettare le norme previste dalle Leggi vigenti in materia (in particolare la Legge 21 novembre 2000 n. 353 "Legge quadro in materia di incendi boschivi" e le "Prescrizioni di massima e di polizia forestale"), ricordando che nelle aree e nei periodi a rischio incendio boschivo sono vietate tutte le azioni che possono provocare anche accidentalmente l'innesco di un incendio. Anche per chi contravviene a queste norme possono essere applicate le sanzioni amministrative previste dall'art.10, commi 6 e 7, della Legge-quadro n.353/2000.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -