Cesena, primi passi per 'riaccendere' le vetrine del centro storico

Cesena, primi passi per 'riaccendere' le vetrine del centro storico

Cesena, primi passi per 'riaccendere' le vetrine del centro storico

CESENA - Primi passi concreti per riaccendere le vetrine spente del centro storico. La proposta lanciata dal Sindaco Paolo Lucchi il 10 maggio scorso al teatro Verdi, durante la presentazione dei risultati del percorso di progettazione partecipata "Al centro dell'ultimo chilometro" è già entrata nella fase operativa.  Nei giorni scorsi l' Assessore alle Imprese e allo Sviluppo del Territorio e il Vicesindaco Carlo Battistini hanno incontrato i rappresentanti di Confcommercio, Confesercenti, Cna e Confartigianato

 

L'incontro è servito per illustrare più dettagliatamente gli indirizzi d'azione individuati dall'Amministrazione.

 

"In sostanza, ci muoveremo - anticipano il Sindaco Paolo Lucchi e l'Assessore Marchi - su due linee d'intervento parallele. Da un lato prevediamo un significativo abbattimento dell'Ici per i proprietari che aderiranno a questo progetto. D'altro canto, visto che il nostro obiettivo è quello di attirare nuove attività commerciali, artigianali, artistiche, con un occhio di riguardo per i giovani, abbiamo pensato a un sistema di garanzie fideiussorie per aiutarli ad affrontare, almeno nella fase iniziale, i costi dell'affitto. Nel corso dell'incontro le associazioni hanno espresso valutazioni positive sia sul progetto generale sia sui meccanismi individuati, ma soprattutto si sono presentate con uno spirito positivo di collaborazione, dichiarando la piena disponibilità a essere nostri partner in un progetto così importante, e di questo le ringraziamo. Terremo nel dovuto conto le osservazioni e suggerimenti preziosi da loro formulati, in vista della stesura finale della proposta, che intendiamo definire velocemente e discuterla già nel prossimo incontro, con l'obiettivo di andare rapidamente alla sottoscrizione di un protocollo d'intesa, in modo da far decollare l'iniziativa al più presto. E intanto cominceremo a incrociare i dati in nostro possesso con quelli delle associazioni, per avere un quadro costantemente aggiornato della situazione dei locali sfitti nel nostro centro storico".

 

Che l'Amministrazione Comunale voglia procedere per il potenziamento del centro storico in tempi serrati è testimoniato dal calendario delle prossime settimane.

 

Martedì 24 è fissata la prima riunione con i rappresentanti di "Zona A" (il comitato a cui aderiscono tutte le associazioni di categoria, i consorzi tra imprese e il Comune stesso) per discutere di un altro dei temi forti lanciati durante l'incontro del Verdi, vale a dire il rafforzamento della promozione e dell'animazione per il centro. Come si ricoderà, negli intenti dell'Amministrazione, ‘Zona A' è destinata ad assumere un ruolo centrale, come luogo di confronto privilegiato e come cabina di regia delle varie iniziative, ricevendo anche il compito di gestire le relative risorse economiche (100mila euro dal Comune, a cui dovrebbe affiancarsi una somma analoga stanziata dai soggetti privati).

Ma soprattutto, nella seduta del consiglio comunale del 9 giugno l'Amministrazione intende portare una delibera di impegno politico forte per il centro storico, disegnando un percorso operativo ben delineato e molto concreto, attraverso appositi strumenti amministrativi, sia per garantire un doveroso decoro alle vetrine delle attività commerciali sfitte, sia per dare l'avvio delle procedure per il project financing di un nuovo parcheggio nella zona Serraglio/viale Carducci.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -