CESENA - Processo a mamma Ebe: alcuni testi rischiano l'accusa di falsa testimonianza

CESENA - Processo a mamma Ebe: alcuni testi rischiano l'accusa di falsa testimonianza

CESENA – Cure miracolose, unguenti prodigiosi e punture bianche. Il caso della santona mamma Ebe è tornato ad essere dibattuto al tribunale di Forlì. La donna, assente così com’era successo per le scorse udienze, è imputata insieme ad altre quindici persone, molte delle quali suoi “adepti” all’epoca dei fatti contestati. Tra queste si conta anche il compagno della donna, Gabriele Casotto.

Ancora una volta, per il gran numero di avvocati, è stata utilizzata l’aula della Corte d’Assise, che si è velocemente riempita. Alta la temperatura all’interno, non solo durante gli interrogatori di alcuni clienti di mamma Ebe che hanno fornito versioni contrastanti con quanto già avevano raccontato cinque anni fa agli inquirenti.

Sono state diverse, infatti, le testimonianze raccolte mercoledì che non combaciavano con quelle rilasciate in passato. Tanti i “Non mi ricordo”, o, di fronte ad indubbie contraddizioni: “Beh, se ho detto così nel 2002, allora è vero”. Insomma, nonostante la maxi-indagine e le prove raccolte, sono ancora tanti i seguaci della donna, quelli che continuano a difenderla, nonostante le pesanti accuse che pendono su di lei.

L’udienza di mercoledì è iniziata con il deposito delle centinaia d’intercettazioni telefoniche. Poi è stata la volta di alcuni consulenti che hanno spiegato a cosa servissero i medicinali di cui, in quelle telefonate, si parlava. Ma sono stati i testimoni ascoltati in aula a rendere la lunga udienza frizzante.

I sedici imputati devono rispondere, a vario titolo, di associazione a delinquere per la commissione di esercizio abusivo della professione medico-sanitaria, somministrazione di medicinali pericolosi per la salute, falso ideologico in ricetta di medico pubblico, truffa ai danni dell'Usl cesenate per motivi abbietti ai danni di persone sofferenti nel corpo e nell'anima, sequestro e maltrattamenti di bambini.

L’udienza di mercoledì si è conclusa nel primo pomeriggio. Il prossimo appuntamento è fissato per il 30 gennaio.

IL RINVIO A GIUDIZIO

lisa tormena

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -