Cesena, profughi con documenti falsi. Tre in manette

Cesena, profughi con documenti falsi. Tre in manette

Cesena, profughi con documenti falsi. Tre in manette

CESENA - Vagavano lungo l'A14, nei pressi del casello di Cesena. Otto profughi (due minorenni, tre donne e tre uomini) sono stati rintracciati nel cuore della nottata tra domenica e lunedì dalle pattuglie della Polizia Autostradale di Forlì. Rifocillati e sottoposti alle cure dei sanitari del ‘118' presso la sottosezione della PolStrada, hanno riferito di esser tutti afghani e di esser stati scaricati da un camion. Lunedì mattina sono stati fotosegnalati.

 

Due donne ed uomo, rispettivamente madre, figlio e nipote, sono stati trovati con documenti di identità europei falsi. I tre, 54 e 35 anni le donne e 34 il maschio, sono stati arrestati con l'accusa di possesso e fabbricazioni di documenti d'identificazioni falsi e associati al carcere di Forlì. Altri tre sono stati muniti di un provvedimento di espulsione con l'obbligo di lasciare il territorio entro cinque giorni. I minori sono stati assegnati alle strutture Comunali.

 

Non è escluso che dietro lo sbarco di profughi ci sia una organizzazione che fornisce anche documenti contraffatti europei. L'obiettivo dei migranti è quello di ricongiungersi con i loro familiari, soprattutto nel nord Europa.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -