Cesena: quasi mille domande in Comune per gli aiuti a pagare l'affitto

Cesena: quasi mille domande in Comune per gli aiuti a pagare l'affitto

Cesena: quasi mille domande in Comune per gli aiuti a pagare l'affitto

CESENA - Sale a oltre 200mila euro la cifra destinata nel 2009 dal Comune di Cesena per finanziare il Fondo Sociale per l'affitto. L'amministrazione comunale ha, infatti, deciso di integrare con altri 75mila euro l'iniziale stanziamento di 130mila euro, andando così a coprire i minori fondi a disposizione a causa dei minori trasferimenti nazionali e regionali su questo capitolo. La somma a disposizione ammonterà a 580mila euro.

 

Sono i soldi per aiutare le famiglie ad affrontare il costo del canone d'abitazione, una cifra pari a quella dell'anno scorso. Per il 2009 in Comune sono arrivate circa mille domande, confermando così il trend di crescita già delineatosi negli anni passati (971 le richieste presentate nel 2008, 864 nel 2007, 931 nel 2006). Le domande ammesse a contributo sono 929 (nel 2008 erano state 909), con un'erogazione media che oscilla intorno ai 776 euro.

 

"Affrontiamo un nuovo impegno di spesa straordinario e non preventivato - rimarca il sindaco Paolo Lucchi -, ma in un quadro così difficile per le famiglie il Comune ritiene suo dovere farsi  carico dell'emergenza sociale provvedendo a reperire le risorse per dare ulteriore risposta a un problema così serio come quello della casa".

 

Ammonta a 210mila euro il maggiore stanziamento per le tematiche sociali deciso dall'Amministrazione Comunale in questi primi mesi di attività. "I 70mila euro in più messi a disposizione del Fondo per l'Affitto - specifica l'assessore alle Politiche Sociali Simona Benedetti - si aggiungono ai 140mila euro messi a disposizione dal Comune come contributo straordinario anticrisi rivolto a chi si trova in difficoltà economiche per aver perso il lavoro. Per garantire la massima diffusione dell'informazione riguardo a questa iniziativa,  il Comune ha realizzato un volantino che, con la collaborazione dei sindacati, è stato distribuito nei luoghi di lavoro".

 

Si ricorda che possono accedere a questi contributi le famiglie di lavoratori subordinati che, a partire dal 1° gennaio 2009, abbiano perso il lavoro (perché licenziati o perché il loro contratto a tempo determinato non è stato rinnovato) a causa di una crisi aziendale o di mercato. Analogamente, potrà fare richiesta chi è stato messo in cassa integrazione o ha visto una riduzione di almeno il 20% del proprio orario di lavoro, ma anche i cosiddetti ‘co.co.co' e gli associati in partecipazione per i quali sia stato interrotto il contratto a causa della crisi. Chi fa parte di queste categorie può rivolgersi per informazioni all'Urp del Comune di Cesena.

 

 "Mi preme ricordare, infine, - aggiunge l'assessore Benedetti - che  fino al 31 dicembre è attiva anche  l'erogazione gratuita dei farmaci di fascia C per i nuclei famigliari  con maggiori difficoltà economiche, ai quali i Servizi Sociali hanno già provveduto a inviare l'apposita comunicazione".

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -