Cesena, quattro domeniche "speciali": i visitatori sono stati 35mila

Cesena, quattro domeniche "speciali": i visitatori sono stati 35mila

Cesena, quattro domeniche "speciali": i visitatori sono stati 35mila

CESENA - Una ventina di eventi, tutti contrassegnati da una nutrita partecipazione, una decina di associazioni coinvolte e, soprattutto, il centro storico di Cesena ogni volta gremito: sulla base di un calcolo approssimativo, sono state oltre 35mila i visitatori a passeggio per le strade e le piazze della città nelle quattro domeniche di ottobre, primi appuntamenti della seconda edizione di "La domenica specialmente", il programma di iniziative culturali promosso dal Comune di Cesena per animare il centro cittadino.

 

"Dopo la sperimentazione dello scorso anno - commenta con soddisfazione il Sindaco Paolo Lucchi - le ‘domeniche speciali' sono ormai un elemento irrinunciabile nell'autunno di Cesena. E questo soprattutto grazie alla formula scelta che, unendo iniziative culturali e momenti di svago e aprendo le parte ai luoghi della cultura cesenate, è in grado di soddisfare le esigenze dei pubblici più diversi. E anche quest'anno abbiamo pensato particolarmente ai bambini e alle famiglie, programmando vari momenti dedicati a loro (dalle proiezioni cinematografiche del San Biagio, sempre gremite, ai laboratori didattici della Malatestiana) e, soprattutto riproponendo la felice esperienza della ludoteca La Tana, quest'anno collocata in posizione ancora più strategica, sotto il loggiato del Comune: in media sono stati più di trenta ogni pomeriggio i bambini che hanno partecipato ai giochi e alle animazioni di questo spazio".

 

"Più in generale, mi sembra che l'andamento di queste domeniche, con un incremento rispetto al 2009, ribadisca quanto sia apprezzato il nostro centro storico come luogo di incontro e di passeggio, dove trascorrere piacevolmente il proprio tempo libero. E non sono solo i cesenati a sceglierlo come meta domenicale: dagli operatori, infatti, arriva il segnale di un crescente numero di visitatori provenienti da altre città romagnole. In un fase così difficile per l'intero comparto del commercio a livello nazionale, c'è la soddisfazione di essere riusciti ad offrire a una parte rilevante degli operatori del nostro centro storico un'opportunità importante a sostegno della loro attività, in attesa di dicembre, mese decisivo per l'andamento del settore".

 

"Anche nel periodo natalizio proseguiremo nella valorizzazione e nell'animazione del nostro centro, per renderlo ancora più attrattivo: in cantiere ci sono varie iniziative,che saranno organizzate dalle associazioni di categoria, dai consorzi di mestiere e dal Comune stesso. E stiamo lavorando ad alcune sorprese che non mancheranno di colpire l'attenzione del pubblico".

 

Fra gli appuntamenti che hanno destato maggior interesse si segnalano, nella prima giornata, quelli dedicati alla Cesena Romana. Le rievocazioni della legio XII fulminata hanno destato molta curiosità, suscitando le domande dei tanti bambini presenti, e anche di vari adulti. Oltre un centinaio di persone ha seguito l'illustrazione dell'antico metodo della centuriazione da parte dell' associazione Terre Centuriate, mentre una sessantina di persone è andata alla scoperta delle "chicche" del museo archeologico con la cooperativa Amphora.

 

Un centinaio di partecipanti anche alle visite al mosaico romano ospitato nel salone comunale, a cura del gruppo archeologico cesenate "G. Albano".

 

Buon afflusso di pubblico, nonostante il meteo sfavorevole, anche domenica 17 ottobre, complice la Fiera d'Autunno con il mercato presente tutto il giorno e la band itinerante "Spartiti per Scutari", che ha allietato le vie del centro con le vivaci melodie balcaniche. Grande interesse ha suscitato l'incontro con Leo Turrini, scrittore e biografo del grande Lucio Battisti che insieme al maestro e chitarrista Giordano Mazzi, ha ripercorso la vita e la carriera del cantautore: gag, storie, aneddoti sconosciuti si sono mescolati alle famosissime canzoni hanno coinvolto un pubblico divertito, che si è ben prestato a cantare insieme storici pezzi della tradizione musicale italiana.

 

Ventitre artisti hanno trasformato piazza del Popolo in un atelier a cielo aperto in occasione della seconda edizione di "Arte in centro", estemporanea di pittura andata in scena domenica 24 ottobre e per tutta la giornata hanno dipinto sotto gli occhi curiosi dei numerosi passanti.

 

Altrettanta curiosità ha destato l'Associazione "Romagna in fiore", presente nella stessa domenica: i giovani writers che ne fanno parte hanno dato dimostrazione delle loro capacità dipingendo tre pannelli al centro della piazza. Nella galleria comunale del Palazzo del Ridotto, invece sono arrivate oltre 120 persone per seguire le ultime due visite guidate della mostra "La croce, la Testa e il piatto", accompagnati dal curatore Massimo Pulini.

 

Vale la pena, infine, di ricordare le varie decine di persone, sia cesenati che turisti, che ogni domenica hanno partecipato alle passeggiate di trekking urbano, organizzate dall'associazione Viaterrea.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -