Cesena, quattro domeniche tra gli itinerari risorgimentali

Cesena, quattro domeniche tra gli itinerari risorgimentali

CESENA - Dopo la partecipazione registrata dall'itinerario alla scoperta dei luoghi e dei personaggi risorgimentali svoltosi nel pomeriggio del 174 marzo, prosegue il ciclo di quattro visite guidate gratuite alla ‘Cesena tricolore', curate dallo studio culturale Artemisia nell'ambito delle iniziative promosse per celebrare i 150 anni dell'unità d'Italia. Le quattro visite , programmate in tutte le domeniche fino al 10 aprile, affronteranno il periodo risorgimentale dal punto di vista storico, culturale ed artistico con il supporto di fonti storiche (lettere, memorie, cronache), musiche del tempo, immagini e opere d'arte.

 

Ogni visita avrà la durata circa di un'ora e mezza. La partecipazione è gratuita, ma p richiesta la prenotazione all'Ufficio Iat (aperto anche la domenica) che risponde al numero di telefono 0547-356327. Il primo appuntamento è per domenica 20 marzo, con ritrovo alle ore 16 davanti alla Biblioteca Malatestiana. E l'itinerario sarà proprio dedicato ai "Segni del Risorgimento in Malatestiana" toccando la Biblioteca Piana e il fondo Comandini.

 

Com'è noto, la Biblioteca Piana raccoglie i libri personali del papa cesenate Pio VII, al secolo Gregorio Barnaba Chiaramonti, che resse la cattedra pontificia dal 1800 al 1823, subendo anche cinque anni di umiliante prigionia in Francia ad opera di Napoleone. Ricca di circa 5500 volumi a stampa dei secoli XV-XIX, oltre a codici e vari manoscritti, testimonia i vasti interessi di Pio VII, dalle opere di scienze ai libri di numismatica, dai volumi di antichità alle edizioni rare dedicate alle belle arti, offrendoci uno spaccato interessante della cultura di inizio Ottocento.

 

Il Fondo Comandini, eccezionalmente aperto al pubblico in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia, è un vero e proprio scrigno di memorie risorgimentali. Avviata dal giornalista e storico Alfredo Comandini, discendente di una famiglia tutta votata alla causa nazionale (alla sua nascita il padre Federico era in prigione per aver partecipato alle cospirazioni mazziniane), la raccolta comprende un'enorme mole dei materiali: 13.376 volumi, oltre 13mila opuscoli, e ancora, 4.600 stampe, 479 manoscritti, 397 quotidiani, 1518 testa di periodici, 6mila immagini, 692 monete, 966 medaglie e cimeli vari. Il tutto conservato negli arredi originali dello studio di Comandini, anch'essi donati dalla famiglia alla città di Cesena intorno al 1970.

 

 

 

Questo il programma delle prossime domeniche

 

    * Domenica 3 aprile 2011, ore 16.00

 

Protagonisti cesenati del Risorgimento. Luoghi e memorie

 

Incontro davanti allo IAT

 

    * Domenica 10 aprile 2011, ore 16.00

 

Arte dell'Ottocento a Cesena

 

Incontro davanti alla Pinacoteca Comunale

 

    * Domenica 17 aprile 2011, ore 16.00

 

VIVA V.E.R.D.I. Il Risorgimento a teatro

 

Incontro davanti al teatro Bonci.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -