Cesena, Regione Romagna. Celletti (Lega): "Pregiudizi di Sindaco e PD"

Cesena, Regione Romagna. Celletti (Lega): "Pregiudizi di Sindaco e PD"

CESENA - "La reazione del gruppo del PD in Consiglio comunale all'ordine del giorno della Lega Nord, che chiedeva alle forze politiche di esprimersi sulla Regione Romagna e di sostenere il progetto della sua costituzione, è stato a dir poco imbarazzante. Un minuto e mezzo. Questo il tempo che è servito al capogruppo del partito di maggioranza per liquidare il confronto su una questione che, comunque la si pensi, non è di lana caprina".

 

Sono le prime parole di Antonella Celletti (Lega Nord), che commenta così il dibattito avvenuto in Consiglio comunale a Cesena sull'eventualità della Regione Romagna.

 

"Ma la supponenza e l'arroganza culturale e politica mostrata dalla sinistra, a partire dai vertici comunali - dice ancora il Capogruppo del Carroccio in Consiglio comunale - sono il sintomo della loro evidente difficoltà a misurarsi concretamente sulla necessità o meno che la Romagna diventi regione autonoma dall'Emilia. Ci sono provate motivazioni che fanno pesare il piatto della bilancia verso l'autonomia romagnola, ma Bologna e la forte sinistra emiliana impediscono da sempre un distacco che, forse, sarebbe più traumatico per l'Emilia che non per la Romagna, relegata storicamente al ruolo di ‘cenerentola' dell'attuale territorio regionale".

 

"Si capiscono bene, quindi, le ragioni per cui il PD cesenate si sfila poco elegantemente dal dibattito. Ma negare l'evidenza non significa far scomparire il problema. Che noi della Lega non ci stancheremo di riproporre, senza temere le squallide invettive e le chiusure pregiudiziali di una sinistra ultraconservatrice" conclude Celletti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -