CESENA - Ricollocate nella Sala Lignea della Malatestiana le ultime due Cimase mancanti

CESENA - Ricollocate nella Sala Lignea della Malatestiana le ultime due Cimase mancanti

CESENA - Sono state sistemate al loro posto anche le ultime due cimase della Sala Lignea della Biblioteca Malatestiana. Si completa così la ‘corona’ decorativa che ha arricchito l’arredo del locale dalle origini fino agli anni Cinquanta, quando fu asportata per migliorare la funzionalità dell’ambiente (allora sala di lettura della Biblioteca Comunale) dotandolo di una più adeguata illuminazione.


Grazie all’intervento della Cna, che ne ha promosso il restauro, a fine estate si è proceduto alla ricollocazione della maggior parte delle cimase nella loro posizione originaria, sopra gli armadi del piano superiore. All’appello, però, ne mancavano ancora due, di dimensioni più piccole, che occupavano la posizione di fronte all’ingresso della sala e che sono state collocate nei giorni scorsi. Colmare questa lacuna non ha comportato solo un lavoro di restauro, ma anche di ricostruzione. Infatti, una delle due cimase era andata perduta e si è dovuto sostituirla con una nuova, realizzata, sempre per interessamento della Cna, seguendo scrupolosamente il modello originario.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E’ un bel regalo per la fine dell’anno - commenta il sindaco di Cesena, Giordano Conti-. Grazie a questo intervento, infatti, ritroviamo la Sala Lignea riportata all’antica fisionomia. Ed è bello che questa operazione sia stata condotta grazie alla collaborazione di un’associazione di categoria, che ha deciso di mettere a frutto non solo le proprie risorse, ma anche le competenze proprie dei suoi associati per recuperare un pezzo del patrimonio storico e artistico della nostra città”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -