Cesena, riemerge il problema droga al parco della Rocca Malatestiana

Cesena, riemerge il problema droga al parco della Rocca Malatestiana

Una siringa ritrovata nei pressi della Rocca

CESENA - "Varie volte, nel corso degli ultimi anni, ho personalmente documentato come il parco della Rocca malatestiana sia uno dei luoghi preferiti per il consumo, e presumibilmente lo spaccio, di stupefacenti a Cesena". La denuncia viene da Stefano Angeli, segretario del Partito Liberale a Cesena, che sottolinea come il problema droga sia particolarmente grave nella zona della Rocca malatestiana: "la prova è facilmente riscontrabile nelle tante siringhe che si possono rinvenire sparse per il parco".

 

"Senza bisogno di ricordare - ricorda Angeli - come un paio d'anni fa fu addirittura ritrovato nei vialetti il cadavere di una ragazza stroncata da overdose, e dimostra innanzi tutto come il parco stesso sia ancora troppo poco presidiato. A tutt'oggi l'area verde, che dovrebbe essere aperta alla frequentazione di famiglie, bambini e giovani, è in realtà uno dei luoghi preferiti per chi desidera bucarsi indisturbato, come dimostrano le foto di siringhe usate di fresco scattate solo stamattina. Inoltre il parco si presenta piuttosto sporco e cosparso di immondizie varie".

 

"Questo - ci tiene a precisare Angeli - è un fatto preoccupante non solo dal punto di vista igienico sanitario, visto che le tante siringhe abbandonate sono un rischio per la salute pubblica, ma dimostra altresì la presenza di un grave problema sociale e di ordine pubblico. Se Cesena è infatti un centro di smistamento così importante di stupefacenti, cosa ormai nota da tempo, è assai probabile che dietro a questa grande disponibilità di sostanze sul mercato ci sia la criminalità organizzata, che ricorre magari alla manovalanza di spacciatori immigrati nordafricani".

 

"C'è poi da sottolineare - conclude il segretario del PLI - il fatto inquietante che le siringhe indicano un ritorno di moda dell'eroina, una droga devastante che si credeva ormai in disuso proprio per la sua pericolosità e che invece oggi torna in voga probabilmente anche grazie ai prezzi popolari che spunta sulla piazza di Cesena, incontrando il gradimento purtroppo in particolare di consumatori sempre più giovani. Una serie di problematiche gravi che dovrebbero quindi suscitare una reazione imponente delle istituzioni soprattutto attraverso una maggiore attenzione dei servizi sociali e sanitari locali, nonché delle forze di Polizia".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -