Cesena: Rio Eremo, appaltato l'intervento per la messa in sicurezza dell'ex discarica

Cesena: Rio Eremo, appaltato l'intervento per la messa in sicurezza dell'ex discarica

CESENA - Introdurre una barriera verticale impermeabile nel sottosuolo, modificare il corso del Rio Cesuola e realizzare un impianto di fitodepurazione per il trattamento del percolato: sono questi i principali interventi previsti per la messa in sicurezza permanente dell'ex discarica di Rio Eremo, ormai prossima a partire. Nei giorni scorsi, infatti, è stato aggiudicato l'appalto del primo lotto dei lavori, che verranno consegnati oggi e inizieranno nelle prossime settimane. Tra le imprese partecipanti alla gara è risultata vincitrice la ditta Consorzio Veneto Cooperativo di Marghera (Venezia). L'importo complessivo del primo lotto dei lavori è di circa 1.750.000 euro, 447.000 dei quali finanziati dalla Regione Emilia Romagna.

 

"Questo primo lotto di lavori - dichiara il sindaco di Cesena Giordano Conti - fa parte di un progetto più ampio per la messa in sicurezza permanente dell'ex discarica di Rio Eremo, inserito nel piano poliennale di investimenti 2008-2010 per una spesa complessiva di 4.500.000 euro. Questo intervento impegnativo arriva al termine di approfondite indagini conoscitive che hanno comportato alcuni rinvii dei lavori, ma che erano necessarie per il buon esito degli stessi. Le verifiche sulla stabilità del versante su cui si trova l'ex discarica di rifiuti solidi urbani e sull'impatto ambientale di quest'ultima sull'area circostante, condotte in collaborazione con la Provincia, la Regione, l'Ausl e l'Arpa, hanno permesso infatti di individuare soluzioni definitive ed efficaci per questo sito".

 

"Con questo primo lotto di lavori - spiega l'assessore ai Lavori Pubblici Marino Montesi - andremo a rettificare il corso del Rio Cesuola, spostandolo verso ovest in modo da allontanarlo dall'ex discarica. Allo stesso tempo consolideremo il versante della discarica e introdurremo nel sottosuolo una barriera idraulica impermeabile per impedire la dispersione del percolato proveniente dall'ex discarica. Procederemo poi alla copertura e all'impermeabilizzazione, alla regimentazione delle acque, alla costruzione di un impianto di fitodepurazione per il trattamento delle acque e alla realizzazione di opere di rinverdimento della zona".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -