Cesena: sabato parte il primo camion con gli aiuti ai terremotati

Cesena: sabato parte il primo camion con gli aiuti ai terremotati

Cesena: sabato parte il primo camion con gli aiuti ai terremotati

CESENA - Sabato mattina partirà il primo camion con i prodotti raccolti dalla Protezione civile di Cesena. Destinazione sarà direttamente l'Aquila. Ad annunciarlo è Gilberto Graffieti, responsabile del coordinamento provinciale della protezione civile. Nel camion cesenate indirizzato alle popolazioni terremotate ci saranno alimenti come pasta e riso, olio, aceto, tonno in scatola, fagioli e piselli in scatola, pomodori, biscotti e detersivi.

 

Il camion trasporterà quanto raccolto in questi giorni nei supermercati e con le donazioni dei privati. Per il futuro, invece, il punto di raccolta provinciale sarà la sede della protezione civile di via Cadore, a Forlì, e all'occorrenza anche un capannone messo a disposizione da Formula servizi, sempre a Forlì.

 

La generosità  della nostra provincia è emersa nell'incontro operativo della protezione civile provinciale, nella sede della Provincia di Forlì-Cesena. Un carico di bottiglie d'acqua elargitoda un auto-trasportatore, la disponibilita' di Hera per condutture nei campi degli sfollati, circa una ventina di alloggi gia' offerti da privati: sono questi i segni che anche la Provincia di Forli'-Cesena si sta mobilitando per i terremotati.

 

"Il maggior pericolo, in questo momento- spiega l'assessore provinciale alla Protezione civile Alberto Manni- e' l'eccessivo protagonismo del buon cuore, di fughe rispetto all'organizzazione". "L'aiuto- dice Manni- deve avvenire con ordine".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il collettore di tutti i contributi sara' il conto corrente della Provincia, dato che, come spiegano molti sindaci del territorio "ogni ufficio e' stato subissato di proposte di aiuto". Il primo obiettivo, insomma, e' razionalizzare gli sforzi. Non rinuncia, pero', alla protesta l'assessore Manni: "Togliere il 5 per mille alle associazioni e' innescare una guerra tra poveri, si tolgono risorse a chi va in Abruzzo ad aiutare".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -