Cesena: sanità, al via il 6° Meeting Internazionale di Cardiologia Nucleare

Cesena: sanità, al via il 6° Meeting Internazionale di Cardiologia Nucleare

CESENA - Ha preso il via questa mattina alle ore 8.30, al Teatro Bonci di Cesena, il VI° Meeting Internazionale di Cardiologia Nucleare ed Imaging Integrato Cardiovascolare, che ogni 4 anni riunisce a Cesena cardiologi e medici nucleari provenienti da tutto il mondo per aggiornare sullo "stato dell'arte" della metodica e presentare le novità scientifiche del settore.

 

Alla cerimonia ufficiale di apertura, in programma alle ore 18,30, interverranno il Sindaco del Comune di Cesena Giordano Conti e il Direttore Generale dell'Azienda USL di Cesena Maria Basenghi.

 

Il meeting, organizzato dal Dottor Pier Luigi Pieri, Direttore del Dipartimento di Medicina Specialistica e presidente del Comitato organizzatore del convegno, vede la presenza di oltre 45 tra relatori e moderatori, massimi esperti e ricercatori universitari di tutto il mondo (USA, Giappone, Europa) e 300 partecipanti provenienti dai principali paesi stranieri.

 

La giornata di oggi prevede il susseguirsi di relazioni e dibattiti articolati in 3 sessioni principali. In mattinata, dopo la lezione inaugurale sullo stato dell'arte dell'"imaging integrato cardiovascolare" tenuta dal Dott. Berry Zaret dell'Università di Yale, si analizzeranno le capacità delle metodiche della cardiologia nucleare di identificare le placche coronariche a maggior rischio di complicanze di infarto. Interverranno, tra gli altri, Luigi Giusto Spagnoli dell'Università di Roma, Stephan Achenbach dell'Universita di Erlangen-Norinberga, il Professor William Strauss della Cornell University di New York.

 

La seconda sessione sarà dedicata alla patologia cardiaca più diffusa, l'ischemia miocardica, e alla integrazione tra le nuove modalità di "imaging non invasivo cardiovascolare" (in particolare la TAC coronarica e la Risonanza Magnetica Cardiaca) e le tecnologie tradizionali (Cardiologia Nucleare ed Ecocardiografia). Interverranno, tra gli altri, Jyuni Knuuti della Turku University (Finlandia), Filippo Cademartiri dell'Università di Parma, D. Pennel dell'Imperiale College di Londra, Leda Galiuto dell'Università Cattolica di Roma, G.M. Sambuceti dell'Università di Genova, George Beller dell'Università della Virginia (Charlottesville).

Nella terza ed ultima sessione, prevista nel pomeriggio, si parlerà dell'incidenza dell'ischemia miocardica nei pazienti affetti da particolari patologie,  come ad esempio l'insufficienza renale cronica o il diabete. Tra i relatori, anche Jeffrey Leppo, esperto del Massachusetts, Frans J. Wackers dell'Università di Yale, A. Iskandrian dell'Università dell'Alabama (Birmingham), George Beller dell'Università della Virginia (Charlottsville).

 

Le relazioni del Meeting proseguiranno per tutta la giornata di domani, venerdì 19 settembre, e si chiuderanno nella mattinata di sabato 20 settembre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -