Cesena: scatta "Ad alta voce", maratona di lettura

Cesena: scatta "Ad alta voce", maratona di lettura

CESENA - "In occasione dell'ottava edizione di ‘Ad alta voce', il Presidente della Repubblica rinnova il suo apprezzamento per un'iniziativa dal forte significato educativo, capace di coniugare cultura e solidarietà": con queste parole il Capo dello Stato rivolge il suo saluto per l'ottava edizione della maratona di lettura promossa da Coop Adriatica a sostegno di Ausilio per la cultura, l'attività di prestito bibliotecario a domicilio di libri e materiali multimediali, dedicato a chi non può uscire di casa: anziani, disabili o persone temporaneamente immobilizzate.


A Cesena la manifestazione farà tappa venerdì 10 ottobre con sei appuntamenti. La mattina sarà dedicata ai luoghi del disagio, con le letture chiuse al pubblico. Alle 10,30 l'incontro  riservato agli utenti delle case di riposo cesenati, che si terrà nella Casa protetta "Nuovo Roverella" con i brani in dialetto di Loris Babbini e Franco Mescolini. Alle 11, i bambini delle classi prime e seconde della scuola primaria Aurelio Saffi ascolteranno Arianna Di Pietro e Vladimiro Strinati. Al Centro diurno La Meridiana gli utenti, persone che soffrono di problemi di dipendenza associate a gravi disturbi di personalità, assisteranno alle letture del neuropsichiatria e psicopatologo Gilberto Di Petta.
Alle 15,30 del pomeriggio il primo incontro aperta al pubblico sarà alla Sala Studio Beta della Facoltà di psicologia. Memoria e legalità i temi chiave portati dai partecipanti, due siciliani toccati da vicino dalle stragi mafiose, perché amici o parenti di vittime: Antonina Azoti, figlia del sindacalista Nicolò ucciso quando lei aveva 4 anni, e Salvo Vitale, amico e collaboratore di Peppino Impastato.
Alle 17,30, nel chiostro di San Francesco, sarà la volta di tre autori migranti, che vivono in Italia e qui scrivono e pubblicano storie nella nostra lingua: l'argentino Miguel Angel Garcia, l'uruguayano Milton Fernandez e l'algerino Tahar Lamri, si alterneranno con le loro scelte nel segno dell'integrazione culturale.
L'appuntamento finale, nel gazebo del nuovo Giardino pubblico di via Comandino, vedrà la partecipazione del medico, ricercatore e ginecologo Carlo Flamigni, pioniere della fecondazione assistita in Italia e anche scrittore di narrativa, dell'atleta Josefa Idem, pluricampionessa mondiale e olimpionica, del poeta Giovanni Nadiani e dell'attore Stefano Bicocche in arte Vito.  radiofonico e televisivo Luca Bottura, la regia di Paolo Billi e l'accompagnamento musicale del
Quella cesenate è la seconda tappa di "Ad alta voce", che si è aperta sabato 4 ottobre a Venezia - dove circa 2000 persone hanno assistito alla maratona di cultura e solidarietà - e si concluderà sabato 11 a Bologna, coinvolgendo in tutto 60 lettori ad animare 27 appuntamenti di lettura. Anche a Cesena, come nelle altre due città, alcuni appuntamenti saranno aperti dalle letture dei vincitori del premio letterario Coop for words, promosso da Coop Adriatica e riservato ai giovani autori.

 

Approfondimenti in libreria e in rete
I testi protagonisti di "Ad alta voce" e quelli firmati dagli autori che partecipano alla manifestazione sono rintracciabili dagli amanti dei libri grazie alla collaborazione con librerie.coop: nelle settimane precedenti e seguenti la data delle letture, saranno infatti esposti nel punto vendita del Centro Minganti e del Centro Nova in un'apposita sezione dedicata alla maratona.
I luoghi di "Ad alta voce", inoltre, da quest'anno lasciano traccia anche nella rete. Da qualche giorno, infatti, è disponibile sul sito della manifestazione un'antologia multimediale che racchiude immagini, mappe e informazioni navigabili per ripercorrere e conservare nella memoria le emozioni, i luoghi, gli istanti, i lettori delle edizioni passate. Gli appuntamenti di quest'anno, invece, saranno filmati da tre gruppi di reporter volontari, una per ogni città, composti da giovani soci eletti nei consigli di zona di Coop Adriatica e appositamente formati dalla giornalista televisiva Beba Gabanelli. I video delle letture saranno montati in un film documentario e immessi in pillole sul web.

 

"Ad alta voce" è un'iniziativa di Coop Adriatica, Ausilio per la cultura, Auser e librerie.coop, in collaborazione con i Comuni di Bologna, Cesena, Venezia e UniboCultura. A Bologna il media partner è La Repubblica.
La manifestazione gode del patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività culturali, del Ministero delle Politiche Sociali, delle Regioni Emilia-Romagna e Veneto, della Provincia di Bologna, delle Università degli studi di Venezia e di Bologna; anche quest'anno ha ottenuto l'adesione della Presidenza della Repubblica, dalla quale ha ricevuto nel 2003 e 2004 la Medaglia d'argento, ed è inserita nella campagna per la promozione della lettura "Ottobre, piovono libri", promossa dal Ministero per i Beni e le attività culturali.


Lo spirito della manifestazione, che è seguita ogni anno da oltre 10 mila persone nelle tre città, è riassunto nel manifesto del grande poeta Roberto Roversi. "Là dove entra un libro, o si ascolta una voce, esce rapido un cattivo pensiero. E la nebbia della noia è soffocata o spazzata via dal vento di una buona sorpresa; e i luoghi sembrano popolarsi di gente amica. Nessuno è mai solo con un libro in mano. Adesso, anche chi lo racconta, basta chiamarlo e arriva".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -