Cesena: scatta il piano contro l’emergenza caldo

Cesena: scatta il piano contro l’emergenza caldo

Cesena: scatta il piano contro l’emergenza caldo

CESENA - L'Ausl di Cesena pronta a fronteggiare la calda stagione estiva. In collaborazione con i comuni del circondario cesenate, le associazioni di volontariato e la protezione civile, l'azienda sanitaria ha infatti definito un piano "anti-caldo", a tutela degli anziani e dei soggetti più a rischio. Il piano, coordinato per i comuni di Cesena e Valle del Savio dall'Azienda ai Servizi alla Persona (ASP), e per il Distretto Rubicone Costa dall' Unione dei Comuni del Rubicone fa seguito alla direttiva della Regione Emilia Romagna, che tra le numerose azioni messe in campo ha attivato fino al 15 settembre un servizio di previsione delle condizioni bioclimaticheoperativo tutti i giorni della settimana, in grado di segnalare situazioni di disagio con 72 ore di anticipo, secondo 4 livelli: NO disagio, debole disagio, disagio, forte disagio, consultabile sul sitowww.arpa.emr.it/calore.

 

A livello locale, il sito viene quotidianamente consultato da un operatore del Dipartimento di Sanità pubblica, che a sua volta provvede ad allertare gli enti interessati in caso di disagio e forte disagio (Comuni, Protezione Civile, Auser Filo d'Argento, Centro Risorse Anziani, strutture residenziali per anziani).

 

Per gestire l'emergenza caldo, esistono un gruppo di coordinamento territoriale e un gruppo operativo, costituiti da rappresentanti di Ausl, Comuni, Associazioni di Volontariato e Protezione Civile, che hanno il compito di costruire la mappa dei soggetti a rischio, definire il piano delle azioni, attivare raccordi con il terzo settore, ottimizzare l'integrazione tra interventi sociali e sanitari e gestire il programma locale degli interventi in emergenza. Per predisporre interventi mirati, vengono monitorati gli anziani e le persone fragili già utenti dei servizi territoriali, gli anziani ultra85enni che vivono soli, gli anziani ultra75enni dimessi dall'Ospedale che vivono soli e altri anziani eventualmente segnalati dai medici di medicina generale, servizi sociali, associazioni di volontariato, quartieri, ecc.

 

Le azioni messe in atto a livello territoriale per combattere il caldo estivo sono numerose.

 

Il progetto "Filo d'Argento" realizzato in collaborazione l'AUSER, prevede l'attivazione del  numero verde 800 995 988 24 ore su 24, destinato agli over 65, che possono beneficiare di ascolto e aiuto per i bisogni quotidiani. Ci si può rivolgere anche a "Filo d'argento" telefonando allo 0547 612513 aperto dalle ore 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.

  

E' attivo anche il servizio "Ausilio spesa a domicilio": Si può telefonare al numero 0547 365131 il lunedì e il mercoledì dalle ore 14 alle 17,30 per ordinare la spesa, che verrà consegnata nelle giornate di martedì e giovedì mattina.

 

A Cesena il Centro Risorse Anziani, con sede operative dell'ASP "Contrada Dandini" (tel. 0547/26700), si conferma un punto di riferimento per gli anziani soli. Aperto dal lunedì al venerdì (8-12; 15-18) offre ascolto, informazione e attivazione di interventi che possono facilitare l'indipendenza degli anziani che vivono soli favorendo la permanenza nel proprio ambiente di vita.

 

Sempre a Cesena il Centro Sociale "Don Baronio" continua anche quest'anno la collaborazione con Auser per la gestione di un Centro Sociale con sede presso il Centro Residenziale attiguo alla Casa Protetta. Munito di impianto di condizionamento il Centro può rappresentare un luogo di "sollievo" per le persone autonome o parzialmente non autosufficienti che presentano situazioni abitative non atte a fronteggiare condizioni di emergenza climatica. L'accoglienza è per circa 50 anziani.  Anche i locali del Centro Diurno socio-assistenziale sono stati anch'essi climatizzati in modo da garantire l'ospitalità temporanea di anziani e offrire un ambiente di sollievo nelle ore diurne. Per informazioni  0547 620454.

La Protezione Civile è disponibile ad interventi da realizzarsi in collaborazione con i volontari in particolare per "trasporti speciali" a favore di anziani che risiedono in abitazioni particolarmente disagevoli per soddisfare bisogni quotidiani.

 

Per il Distretto del Rubicone, punti di riferimento per gli anziani soli sono gli sportelli dei Servizi Sociali dei singoli comuni, in grado di intercettare le situazioni critiche ed attivare gli operatori dei servizi e la rete delle opportunità presenti nelle rispettive comunità locali. Per il Comune di Savignano,  in particolare, la Protezione Civile ha predisposto una serie di interventi mirati nell'ambito del progetto "Solidarietà", tra cui l'attivazione di un numero amico (338/7390279) a cui rivolgersi in caso di necessità per ricevere indicazioni su come comportarsi in occasione di ondate di calore e aiuto concreto dai volontari anche a domicilio.

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -