Cesena: Scienze dell'informazione, matricole aumentate del 24%

Cesena: Scienze dell'informazione, matricole aumentate del 24%

CESENA - L'aumento delle immatricolazioni dello scorso anno (+24%), in controtendenza rispetto al trend dei corsi di Laurea di carattere scientifico e tecnologico di Cesena e di Bologna, ha premiato la qualità e l'impegno per l'innovazione del Corso di Studio. Quest'anno la nuova riforma introdotta con il DM270 ha permesso un miglioramento ulteriore per mantenere Cesena all'avanguardia nel settore dell'Informatica.

 

Sulla base delle linee guida ministeriali abbiamo riorganizzato, aggiornato e razionalizzato il percorso formativo. Per quanto riguarda il corso di Laurea Magistrale abbiamo rivisto i contenuti dei singoli corsi e li abbiamo riorganizzati in profili formativi, identificando settori dell'informatica su cui specializzare e creare specifiche figure professionali facilmente spendibili nel mondo del lavoro e su cui si concentra la richiesta del mercato. In particolare, i settori coperti dal nostro Corso di Laurea sono quello dell'elaborazione di immagini e della visione artificiale, quello dei sistemi informativi e delle tecnologie web e quello dedicato alle soluzioni informatiche per l'impresa. In quest'ottica è stata modificata anche la denominazione del Corso di Studio da Scienze dell'Informazione a Scienze e Tecnologie Informatiche per meglio sottolineare la sua vocazione.

 

Le scienze come mezzo per innovare e le tecnologie come strumento per realizzare le soluzioni. Interesse verso il nostro Corso di Laurea è stato manifestato anche da altri corsi di Laurea in ambito informatico al cui interno non è stato attivato il percorso magistrale. La bontà delle scelte fatte trova riscontro nelle ridotte percentuali di disoccupazione post-laurea (1,6%, tra le più basse di tutto l'Ateneo), inoltre le aziende del territorio sono spesso alla ricerca di studenti che abbiano conseguito la laurea magistrale, richieste che ancora non riusciamo completamente a coprire.

 

Il dossier Università del Sole 24 Ore pubblicato a giugno 2008 evidenzia alcuni aspetti essenziali da considerare per una scelta consapevole di "cosa" studiare, ma anche "dove" e "come" farlo. Scienze e Tecnologie Informatiche fa ora il punto della situazione rispetto ad alcuni di questi aspetti.

L'approccio internazionale è un indice di qualità. Solo un ateneo su tre (Il Sole 24 ore, giugno 2008) offre ai propri studenti la possibilità di conseguire una laurea riconosciuta sia in Italia sia in un Paese straniero, quella che in gergo si definisce «doppia laurea» o, in inglese, double degree. L'opportunità offerta dal double degree è quella di entrare in un contesto internazionale e, spesso, anche nel mondo lavorativo di un Paese straniero. Dall'Anno Accademico 2000/2001 è stato istituito un percorso di studio comune tra il Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Informatiche e l'U.F.R. Informatique de l'Université de Marne la Vallée (Francia) che permette di conseguire la Laurea Triennale in Scienze e Tecnologie Informatiche e il corrispondente titolo francese (Licence Informatique). Coloro che intendono usufruire della cooperazione durante il biennio di specializzazione conseguiranno, oltre  alla Laurea magistrale,  il corrispondente titolo francese (Master Informatique).

 

Svolgere un tirocinio durante il percorso di studio consente di vedere da vicino il mondo produttivo, arricchire il curriculum e raccogliere contatti preziosi. Il passaggio al «3+2» ha fatto crescere fino al 60,7% la quota dei laureati di primo livello con esperienze di tirocinio (fonte AlmaLaurea). Il Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Informatiche prevede per tutti i suoi studenti il tirocinio pratico obbligatorio da svolgersi presso aziende pubbliche o private per un totale di 12 cfu.

 

La legge sul decongestionamento degli atenei più grandi (662/96) ha dodici anni, ma il processo è stato compiuto solo in parte. Il sovraffollamento dei grossi atenei spesso porta con sé disorganizzazione, calo di efficacia della didattica e, quindi, difficoltà di studio per i ragazzi (Il Sole 24 ore, giugno 2008). Per questo motivo, prima di scegliere una sede universitaria, è opportuno confrontarsi con gli attuali studenti e valutare le ricerche scientifiche disponibili, così da avere un quadro preciso della situazione. Il Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Informatiche ha sede a Cesena da oltre 20 anni, è il primo esempio di decentramento dell'Università di Bologna e tra quelli di maggior successo a livello italiano, coniuga i vantaggi offerti dal prestigio della più antica università del mondo e dalla vivacità culturale e scientifica con quelli caratteristici di una sede di più piccole dimensioni, non troppo antica e al centro di un panorama imprenditoriale vivace. Presso il Corso di Laurea sono attivi numerosi gruppi di ricerca riconosciuti anche a livello internazionale e tutti i docenti sono incardinati presso il corso. La sede è dotata di moderni laboratori di calcolo con potenti server di rete, più di centotrenta personal computer e workstation, elaboratori per la grafica e il calcolo scientifico e il calcolo parallelo.

 

Gli spazi disponibili e il numero di attrezzature scientifiche rendono fruibili i laboratori, al singolo studente, per un cospicuo numero di ore alla settimana, qualificando i nostri corsi di laurea.

 

Chi desiderasse ricevere maggiori informazioni su Corsi di Studio può contattare la segreteria didattica al numero 0547-338801 o scrivere all'indirizzo orientamento@csr.unibo.it. Inoltre, chi volesse essere costantemente aggiornato sulle novità e sulle attività del Corso di Studio può iscriversi alla mailing list accedendo al sito Web www.csr.unibo.it e seguendo il link STAY TUNED. Riceverà periodicamente la Newsletter del Corso di Studio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -