Cesena, sede Inps: il sindaco Lucchi scrive al ministro Sacconi

Cesena, sede Inps: il sindaco Lucchi scrive al ministro Sacconi

Cesena, sede Inps: il sindaco Lucchi scrive al ministro Sacconi

CESENA - Il Sindaco Paolo Lucchi torna a scrivere al Ministro del Lavoro Sacconi e ai vertici nazionali e locali dell'Inps per chiedere un incontro urgente in cui affrontare i problemi della sede Inps di Cesena, il cui futuro incerto preoccupa cittadini e imprese. La richiesta, che segue di appena tre mesi una precedente lettera indirizzata agli stessi destinatari, scaturisce dalle crescenti preoccupazioni manifestati al Sindaco da più parti, e in particolare dalle organizzazioni sindacali e imprenditoriali.

 

Infatti, non solo gli uffici cesenati continuano a essere in affanno a causa della carenza di organico, ma si profila il rischio di un loro ulteriore depotenziamento: a breve i vertici dell'Istituto saranno chiamati a decidere sulla riorganizzazione dei servizi, e l'orientamento potrebbe addirittura essere quello di trasformare la sede di Cesena in Agenzia Semplice, con il trasferimento dell'attività di back office (cioè tutta la parte di gestione interna delle pratiche) a Forlì.

 

"Una soluzione del genere è del tutto inadeguata - rimarca il Sindaco - soprattutto se si tiene conto del bacino di utenza servito dall'Inps cesenate e dell'ampia gamma di servizi trattati".

Da qui la decisione di interpellare nuovamente il Ministro, mettendo nero su bianco i numeri dell'Agenzia di Cesena. "

 

Alla sede Inps della nostra città - ricorda il Sindaco Lucchi - fanno riferimento oltre 62mila lavoratori, 47mila pensionati, 4mila aziende, 14mila artigiani e commercianti. A conti fatti, circa il 36% delle pratiche Inps dell'intera Provincia si concentra su questa sede, mentre le restanti pratiche si spalmano fra le sedi di Forlì e Savignano. Non solo: oltre ai tradizionali servizi all'utenza (pensioni, prestazioni, servizi alle aziende), l'Agenzia di Cesena gestisce anche i flussi contabili e contributivi delle imprese e dei lavoratori autonomi, la gestione dei crediti, le surroghe, ecc. Per svolgere convenientemente queste mansioni occorre un'adeguata dotazione di personale (attualmente sono in servizio 39 addetti) e una pluralità di figure organizzative, su cui articolare la gestione dei servizi. Insomma, quello che serve a Cesena è un'Agenzia Complessa, con articolazione in unità operative di back-office e linee di servizio allo sportello. Solo così si potranno dare risposte concrete alle esigenze degli utenti e del territorio".

 

La lettera con la richiesta di incontro è stata trasmessa per conoscenza anche alla senatrice  Laura Bianconi e agli onorevoli Sandro Brandolini e  Sandro Gozi, che si sono già messi al lavoro e grazie ai quali il Sindaco spera di poter incontrare il Ministro prima della fine del 2009.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -