Cesena, sicurezza stradale. Angeli (Pli): "La segnaletica non basta"

Cesena, sicurezza stradale. Angeli (Pli): "La segnaletica non basta"

CESENA - Leggo che l'amministrazione comunale ha varato un piano imponente di rifacimento della segnaletica stradale in città, Il costo totale dell'intervento sarebbe di ben 660.000 Euro, per rendere più sicure le nostre strade. Ritengo che la segnaletica, la sua corretta disposizione e manutenzione, sia certamente molto importante per la sicurezza stradale. Già alcuni anni fa proposi, da consigliere comunale, di usare vernici catarifrangenti, per la segnaletica orizzontale e l'uso, come si fa in molti altri comuni, di un fondo di colore  rosso alle strisce pedonali per farle meglio risaltare, nonché di illuminare meglio gli attraversamenti pedonali.


Allora l'amministrazione, forse perché provenivano dall'opposizione, non colse completamente le proposte migliorative in questo senso, ma qualcosa si fece comunque, anche a seguito di alcuni drammatici incidenti. Ritengo però che un investimento così importante non si debba esaurire con la segnaletica, non sono mega insegne verniciate a terra a rendere più prudenti i cittadini di Cesena che, comunque risulta da recenti studi siano già abbastanza rispettosi dei limiti di velocità. Occorre anche mantenere in buono stato i fondi stradali e regolare la viabilità in modo da rendere fluido il traffico nelle principali arterie stradali, e rendere invece moderato, sicuro e protetto il traffico nelle vie interne dei quartieri residenziali, senza per questo blindarne l'accesso.

 

Soprattutto serve un piano della mobilità , o del traffico, complessivo e coerente, mentre oggi gli interventi nel settore sembrano spesso estemporanei, contraddittori ed il più delle volte peggiorativi della situazione anziché migliorativi. E'necessario inoltre investire anche in infrastrutture che da troppo tempo vengono promesse ed ancora mancano alla viabilità cittadina. Ancora oggi manca il "lotto zero" che renda veramente efficace e fruibile la secante di Cesena, un'opera che la passata amministrazione ha inutilmente promesso per  anni, e manca anche un'alternativa alla via Cervese, che risulta la strada più pericolosa del territorio comunale.


Oggi l'amministrazione annuncia la partenza del progetto Gronda, che insieme alla Bretella dovrebbe alleggerire il traffico su questa strada trafficatissima, ma entrambi questi progetti sono promessi ed attesi da oltre un decennio senza che se ne sia vista una effettiva partenza. Vi sono poi altri nuovi punti critici come ad esempio via Violetti, divenuta pericolosa per le variazioni di traffico intervenute negli ultimi anni. Occorre infine che la Polizia Municipale torni a fare efficacemente un costante controllo del traffico cittadino, come è tra i suoi compiti principali, fungendo, con la presenza in strada, da effettivo deterrente a comportamenti scorretti e pericolosi.


Stefano Angeli, segretario comunale del Partito Liberale Italiano

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di stefano
    stefano

    Caro Umbertob, io come vedi di argomenti di cui parlare ne ho, soprattutto quelli che mi vengono sollecitati dai tanti cittadini che a me si rivolgono. Piuttosto chiediti come mai a Cesena certi partitoni di livello nazionale da almeno sei-sette mesi non aprono più bocca.

  • Avatar anonimo di umbertob
    umbertob

    Che poveretto sto' segretario del PLI siccome non ha piu' argomenti di cui parlare....vedi acqua ed elezioni si mette anche per la sicurezza stradale..... e vai gabibbo di romagna....

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -