Cesena: solo sei vigili del fuoco per turno, attacco di Bartolini (PdL)

Cesena: solo sei vigili del fuoco per turno, attacco di Bartolini (PdL)

Cesena: solo sei vigili del fuoco per turno, attacco di Bartolini (PdL)

CESENA - Comandi dei vigili del fuoco romagnoli discriminati rispetto a quelli emiliani. Per sollecitare il rilancio del distaccamento di Cesena, Luca Bartolini - consigliere del Gruppo di AN-PdL - ha presentato un'interrogazione alla Giunta. Il consigliere chiede di intervenire per sollecitare il Governo n a riconoscere un adeguato organico al distaccamento dei Vigili del Fuoco di Cesena con un aumento di sei unità per turno, passando da 7 a 13.

 

Bartolini chiede, inoltre, di sollecitare la trasformazione del distaccamento misto di Bagno di Romagna. Numerose le motivazioni addotte: sismicità del territorio, strade di grande comunicazione, presenza nel territorio montano di numerosi bacini naturali e artificiali, frequenti allagamenti in vaste aree costiere, insediamenti turistici sia nella fascia costiera che nel territorio appenninico, attività di insediamenti industriali e artigianali a rischio di incidente rilevante, predisposizione del terreno alle frane (con gli effetti sulla viabilità e sulla sicurezza delle persone).


Bartolini ricorda come il Ministero degli Interni riconosca vigili del fuoco sul territorio in base a un a circolare che circa ogni 4 anni individua le presunte potenzialità dei vari comandi e dei distaccamenti metropolitani in base o attraverso criteri che fanno riferimento a:numero di residenti nel territorio di competenza, numero degli interventi, bacino d'utenza, densità delle attività industriali e commerciali, tempi di percorrenza (legati alla morfologia del territorio). In questo quadro, sostiene il consigliere, il distaccamento di Cesena è inspiegabilmente sottostimato rispetto ad altri dell'Emilia (vengono citati i casi di Imola e Carpi).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -