Cesena, sulla Secante 20mila veicoli in transito ogni giorno

Cesena, sulla Secante 20mila veicoli in transito ogni giorno

Un bilancio al di là delle più rosee previsioni per il primo mese di vita della Secante. I dati riguardanti i transiti dei veicoli all’interno dell’ecotunnel si rivelano infatti superiori alle stime pronosticate alla vigilia dell’apertura dell’ultimo lotto della superstrada urbana, avvenuto lo scorso 27 febbraio. Nel solo mese di marzo hanno percorso la galleria della Secante circa 627mila veicoli, con una media 20.225 al giorno (il 20% del traffico totale da est a ovest).


Considerato che il dato è risultato tenendo conto anche dei week end, durante i quali la circolazione è più ridotta, è facile intuire come nei giorni feriali l’utilizzo della secante vada ben al di sopra di questa cifra. Questo significa che oltre il 20% dei 102mila veicoli che si muovono quotidianamente lungo la direttrice est-ovest di Cesena ora transita su questo percorso. E il dato è ancora più significativo perché di questa percentuale fanno parte quasi tutti i mezzi pesanti che fino a pochi mesi fa percorrevano la via Emilia e le altre strade urbane della rete cesenate.


“Siamo davvero soddisfatti di questo risultato – commenta il sindaco Giordano Conti -. Abbiamo sempre detto che un uso completo e consapevole della Secante è fondamentale per riuscire a raggiungere i due principali obiettivi che come amministrazione comunale ci siamo posti nel Piano Regolatore Integrato della Mobilità (Prim), vale a dire una sempre maggiore sicurezza stradale e una forte riduzione dell’inquinamento derivante dal traffico all’interno della città. Per raggiungere effetti tangibili su questo fronte, abbiamo valutato la necessità di arrivare al tetto dei 25-30 mila passaggi quotidiani, e alla luce di come è andato il primo mese credo di poter dire che il traguardo è a portato di mano in tempi brevi. Tra l’altro, esaminando i flussi, emerge un aspetto molto significativo. Secondo le stime, il traffico di attraversamento a Cesena è quantificabile in circa 15mila veicoli al giorno, e possiamo ritenere che oggi questi rappresentino circa il 75% di quelli che utilizzano la superstrada. Ma c’è un altro 25% di passaggi che va sicuramente ricondotto alla scelta della secante da parte degli stessi cesenati come itinerario più comodo e veloce per spostarsi da una parte all’altra della città. Insomma, mi sembra di poter dire che la Secante sta entrando velocemente nelle abitudini di spostamento dei cittadini”.


Analizzando nel dettaglio la composizione del traffico, risulta che dei 20.225 veicoli transitati giornalmente nell’ecotunnel la parte del leone la fanno le automobili (16.708 pari al 82,6%), mentre gli autocarri rappresentano il 16,6% (3.358).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Questo primo monitoraggio – aggiunge l’assessore alla Mobilità Marino Montesi – conferma con i numeri un elemento che era già diventato evidente, muovendosi all’interno della città, ossia la riduzione delle auto su quei percorsi urbani che, fino all’apertura della Secante, erano costretti ad assorbire il traffico di attraversamento. Prova ne sia che i veicoli in transito quotidianamente su via Europa sono scesi da 4.204 a 2.278 (-46,4%), mentre in viale Bovio sono diminuiti del 30,9% (da 21.638 a 14.950 veicoli al giorno), in viale Finali del 22,12% (da 20.160 a 15.700 veicoli) e in viale Carducci del 13,56% (da 18.395 a 15.900). Risultati positivi si sono avuti anche per via Madonna dello Schioppo (passata da 16.365 a 15.220 veicoli), per la cosiddetta ‘circonvallazione sud’ (da 19.764 a 17.180 veicoli) e per gli altri percorsi minori, dove si è registrato complessivamente un calo del 46,4% dei transiti. In media si registra un calo dei transiti in città di circa il 20%: un risultato senza dubbio molto positivo, considerando che la nuova segnaletica direzionale non è ancora completa e che finora non è stata attuata alcuna misura di incoraggiamento a scegliere la Secante, come sensi unici o trasformazioni di vecchi percorsi in viali urbani”.




Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -