Cesena, tagli del Governo al non profit. Il sindaco: ''Costernato''

Cesena, tagli del Governo al non profit. Il sindaco: ''Costernato''

Cesena, tagli del Governo al non profit. Il sindaco: ''Costernato''

CESENA - "L'ennesimo taglio attuato dal Governo che, decurtando la quota del 5 per mille da destinare al mondo del non profit, riduce a un quarto le risorse a sostegno di questo settore, ci lascia costernati e fortemente preoccupati". E' quanto denunciano in una nota il sindaco di Cesena, Paolo Lucchi, e Simona Benedetti, assessore alle Politiche per il Benessere dei cittadini, annunciando che verrà proposto al consiglio comunale un ordine del giorno contro tali tagli.

 

"Negando fondi ad associazioni che si impegnano sul versante sociale, si nega, di fatto, la loro capacità di intervento, che spesso affianca in maniera decisiva l'operato delle istituzioni e contribuisce a dare risposte essenziali a chi è si trova in particolari condizioni di difficoltà. Crediamo emblematica, in questo senso, l'esperienza di Cesena - ha commentato Lucchi e Benedetti -. Se nella nostra città si vive ancora bene, nonostante le grandi difficoltà di questo periodo, lo dobbiamo anche alla presenza di una rete di volontariato forte ed estesa, in cui molti credono e si impegnano".

 

Il sindaco e l'assessore hanno ricordato come le associazioni di volontariato siano "una delle nostre più grandi ricchezze. E non solo per quello che sono in grado di fare, ma perché rafforzano quel senso di solidarietà, di responsabilità nei confronti degli altri, che rende solide le fondamenta di una comunità".

 

"In un momento difficile è giusto che tutti si rimbocchino le maniche e facciano la loro parte - hanno evidenziato Lucchi e Benedetti -. Il Governo italiano, invece, continua a chiedere sacrifici ai cittadini e agli enti locali, ma non li chiede a se stesso: a livello centrale non c'è traccia di riduzione delle spese, nessun tentativo di riorganizzazione e razionalizzazione. Altro che federalismo: questo Governo si conferma il più statalista, antifederale e antisolidale. Dopo aver azzerato i fondi per la famiglia, per l'infanzia, per la non autosufficienza, ora cancella un altro sostegno indispensabile e che non comporta alcun aggravio di spesa per i cittadini (quel cinque per mille continueremo comunque a pagarlo, solo che non finanzierà più il non profit)".

 

"L'Amministrazione comunale di Cesena - hanno proseguito -. considera il terzo settore un interlocutore irrinunciabile, e non a caso nel processo di definizione del bilancio preventivo 2011 un capitolo importante è stato rappresentato dal confronto con il mondo dell'associazionismo, con il quale abbiamo definito i percorsi e le modalità d'azione per non intaccare, ma anzi rendere più efficaci, le capacità di intervento dei servizi sociali".

 

"Il lavoro che abbiamo svolto in questi mesi è la conferma di un metodo di azione condiviso, che quotidianamente ci vede impegnati non solo a programmare l'attività dei servizi sociali, ma anche a verificarne costantemente l'efficacia, e questo anche grazie al supporto essenziale del volontariato - hanno continuato Lucchi e Benedetti -. E del resto, crediamo che la grande vivacità del volontariato cesenate, con la nascita di sempre nuovi gruppi, sia da ricollegare anche al riconoscimento continuo e alla valorizzazione che esso riceve dalle istituzioni del territorio".

 

"E' questa la vera sussidiarietà, che pratichiamo quotidianamente nel dialogo e nella collaborazione, nella condivisione dei problemi e degli obiettivi. Difficile capire come si possa attuarla tagliando le risorse - hanno sottolineato -. Per difendere lo straordinario patrimonio del nostro volontariato, proporremo al consiglio comunale un ordine del giorno contro questi tagli e ci auguriamo che anche il Pdl e la Lega Nord siano con noi, a fianco delle associazioni di Cesena".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di stefano
    stefano

    Criticai Prodi quando tentò di fare la stessa cosa e non posso non dare oggi ragione al sindaco Lucchi.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -