Cesena, terremoto Ausl: aperto fascicolo su laboratorio unico. Due indagati

Cesena, terremoto Ausl: aperto fascicolo su laboratorio unico. Due indagati

Cesena, terremoto Ausl: aperto fascicolo su laboratorio unico. Due indagati

CESENA - Gli appalti pubblici del laboratorio di analisi dell'Area Vasta di Pievesestina nel mirino della Procura di Forlì. Sul registro degli indagati sono finiti i nomi di due dirigenti. Il fascicolo dell'inchiesta è stato aperto a novembre dal pm Alessandro Mancini in seguito ad un esposto anonimo che segnalava la presenza di due presunti appalti dubbi. I Carabinieri del Nucleo Operativo Provinciale hanno fatto visita agli uffici dell'Assessorato regionale della sanità.

 

Dall'assessorato a Bologna ne sono usciti con diversi faldoni. Nel mirino della magistratura sono finiti, per il momento, due appalti: uno riguarderebbe una spesa da 50 milioni di euro, legato ad una serie di forniture sanitarie per il Laboratorio Unico di Pievesestina, mentre il secondo fa riferimento a forniture di servizi per un ammontare oscillante tra 5 e 6 milioni, pare legata in particolare all'Ausl di Forlì. L'accusa formalizzata è di abuso d'ufficio.

 

La domanda, che dovrà chiarire nel proseguio delle sue indagini il pm Alessandro Mancini, è se c'è un collegamento con l'improvviso maxi-deficit dell'Ausl di Forlì. Proprio queste notizie avrebbero dato un'accelerata a questa indagine, che  resta parallela alla vicenda del buco da 34 milioni di euro scoperto alcuni giorni fa.

 

Nel caso della struttura di Cesena ci sarebbero state, secondo le ipotesi della procura, delle irregolarità nell'esclusione di alcune aziende. Le carte prelevate tramite l' "ordine di acquisizione" del pm Mancini saranno ora ben analizzate dai militari e dai tecnici che affiancheranno la Procura.

Commenti (5)

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Non credo che troveranno nulla di illecito, a mio modesto parere i nostri PM dormono abbastanza... con delle carte sequestrate cosa sperano di trovare, bisogna prenderli con le mani nel sacco. In ogni caso, bilanci o no, le scelte POLITICHE degli amministratori forlivesi sono già ampiamente giudicabili: allearsi con Ravenna e Cesena per portare là servizi e risorse ed avere in cambio 50 milioni di Euro di debiti. STO ANCORA ASPETTANDO UN PARERE DI QUALCHE AMMINISTRATORE/ASSESSORE di sinistra in merito.

  • Avatar anonimo di lolle
    lolle

    @benpensante "Nessuno ha rubato a Forli dove mancano 55 milioni di euro.Nessuno c'era e se c'era forse dormiva.Andiamo fiduciosi alle elezioni e facciamoli vincere ancora cosi ci amministreranno e governeranno con la stessa credibiltà e lo stesso strapotere antidemocratico". E dopo tutto questo cosa pensi che succeda ?

  • Avatar anonimo di benpensante
    benpensante

    Si cominciano a togliere i coperchi.....il sistema che si autogarantiva e si autocertificava e si autogiudicava e tutto andava sempre bene comincia a vacillare.Aspettiamo serenamente come questi signori hanno amministrato il nostro denaro per vedere come sono stati bravi e trsparenti,Nessuno ha rubato a Forli dove mancano 55 milioni di euro.Nessuno c'era e se c'era forse dormiva.Andiamo fiduciosi alle elezioni e facciamoli vincere ancora cosi ci amministreranno e governeranno con la stessa credibiltà e lo stesso strapotere antidemocratico.

  • Avatar anonimo di mestesso
    mestesso

    Gian Battista VICO difendi i tuoi COMPAGNI che sono in difficoltà! Dove sei sparito????

  • Avatar anonimo di pisa
    pisa

    Ma allora è proprio uno spettacolo pirotecnico ! Più che area vasta mi sembra area DEVASTA !!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -