Cesena, tifo violento: denunciati sei ultras

Cesena, tifo violento: denunciati sei ultras

Cesena, tifo violento: denunciati sei ultras

CESENA - La Squadra Tifoserie della Questura di Forlì, coordinata dal vice questore aggiunto Maurizio Maccora, hanno denunciato sei ultras (tre del Cesena, due della Juventus ed un friulano). Diverse le accuse che sono a loro contestate. Tutti sono stati colpiti dal Daspo. I tre cesenati dovranno rispondere dell'accusa di rapina. In occasione della sfida Cesena-Inter del 30 aprile, due sostenitori nerazzurri sono stati picchiati e derubati di zaino, maglia e sciarpe fuori dallo stadio.

 

I poliziotti hanno riconosciuto i tre aggressori: si tratta di M.A., 34 anni, V.F., 27 anni, e D.B., 24. Un'altra aggressione c'è stata in occasione dell'anticipo serale del 12 marzo che vedono opposte Cesena e Juventus. Quattro ultras, senza biglietto, hanno picchiato e insultato a sfondo razziale uno steward di colore. Subito dopo è giunto un altro steward per cercare di stemperare la tensione. Ma i "tifosi" non si sono fermati, picchiando anche il secondo steward.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza, la Digos ha identificato gli aggressori: sono un 38enne di Torino ed un 33enne di Chiaravalle, denunciati con l'accusa di resistenza, violenza e minacce a pubblico ufficiale e per gli insulti a sfondo razziale. Il 13 febbraio, per il match Cesena-Udinese, è stato deferito a piede libero un tifoso friulano per porto di artifizi pirotecnici e di aver coperto il volto durante una manifestazione pubblica.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Marafone
    Marafone

    Un tempo andavo allo stadio anche io ... ma ho smesso per la volgarità, l'ignoranza e chi più ne ha più ne metta di parte della tifoseria ... lo sport deve essere sana competizione, deve essere momento di aggregazione sociale la violenza non c'entra nulla con lo sport ... cresciamo ... e vedremo famiglie allo stadio ... vedremo il pubblico che riconosce all'avversario il merito ... e l'impegno ai propri ragazzi ... ma la violenza allo stadio ... no ... La violenza si usa in guerra e come diceva un grande premier anglosassone ... gli italiani prendono la guerra come fosse una partita di calcio e la partita di calcio come fosse una guerra ... Se abitassi a Londra porterei mia figlia allo stadio, ma abito in romagna e non ci metto più piede da anni ...

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -