Cesena, tornano i blocchi del traffico: ridimensionata la zona interdetta alle auto

Cesena, tornano i blocchi del traffico: ridimensionata la zona interdetta alle auto

Cesena, tornano i blocchi del traffico: ridimensionata la zona interdetta alle auto

CESENA - Dal 13 gennaio torna il blocco settimanale del traffico per migliorare la qualità dell'aria, che scatterà ogni giovedì fino al 31 marzo, così come previsto dall'accordo sottoscritto nell'ottobre scorso dalla Regione, dalle Province e tutti gli altri Comuni dell'Emilia - Romagna con più di 50mila abitanti.  Le modalità di svolgimento ricalcano quelle degli anni passati, ma a Cesena si registra una novità rilevante, con il notevole ridimensionamento della zona interdetta alle auto.

 

Infatti, mentre negli anni passati il limite invalicabile coincideva, in massima parte, con i cartelli di accesso all'area urbana di Cesena e il perimetro dell'area interessata correva lungo la via Romea, la Secante, abbracciando la via Cervese fino all'imbocco di via Calcinaro, nel 2011 tutto si sposta verso la zona più centrale, collocando lo stop per le auto private sulla linea che costeggia il fiume Savio e la ferrovia. Così si lascia libera la circolazione nell'intera zona dell'Oltresavio e su tutto l'asse della via Cervese, in modo da consentire un facile accesso ai parcheggi scambiatori Ippodromo e Montefiore e, al tempo stesso, offrendo una valida alternativa per gli spostamenti in centro grazie ai bus navetta che partono da queste aree di sosta.

 

"Non si legga in questa decisione una marcia indietro rispetto al passato - sottolinea il Sindaco Paolo Lucchi -. Si tratta, piuttosto, di un aggiornamento rispetto al nuovo assetto del traffico e della sosta nella nostra città, scaturito anche sulla base del confronto avviato con le associazioni di categoria per limitare i disagi. In questa stessa direzione andava la proposta avanzata la scorsa estate e condivisa con altri Comuni di spostare il blocco dal giovedì alla domenica, ritenendo questa soluzione più confacente alle esigenze dei cittadini e delle attività. Ma pure se il nostro suggerimento non è stato accolto, condividiamo pienamente lo spirito dell'accordo regionale e continuiamo a credere che anche le restrizioni del traffico, insieme a tutte le altre misure previste, diano un contributo importante per affrontare il problema delle emissioni nocive, a salvaguardia dell'aria che respiriamo e della salute di noi tutti. E per quanto ci riguarda continueremo a promuovere nuove azioni, anche strutturali, per contenere in modo sempre più deciso l'inquinamento atmosferico nella nostra città, ad esempio attraverso progetti di maggior efficienza energetica, che conteranno sull'apporto determinante della Società per l'Energia, ormai pronta al varo".

 

Da un punto di vista pratico, la formula dei giovedì senz'auto 2011 ricalca in massima parte le modalità già sperimentate gli anni scorsi. Fra i veicoli che possono circolare ci sono quelli con almeno tre persone a bordo (car pooling), che non necessariamente devono partire dallo stesso luogo, purché siano munite dell' apposito contrassegno, rilasciato dal Servizio Mobilità del Comune. Esentati dal divieto anche i veicoli alimentati a metano o gpl, i veicoli elettrici o ibridi, i veicoli a benzina euro 4 immatricolati dopo il 1 gennaio 2006. 

Confermate anche le deroghe previste per una serie di casi e di categorie professionali (medici, assistenti domiciliari, aziende di pronto intervento, ecc.). L'elenco completo è riportato nell'ordinanza, consultabile sul sito del Comune www.comune.cesena.fc.it nella sezione "Ordinanze sul traffico".

 

Si ricorda, inoltre, che continua a essere in vigore anche il divieto di circolazione dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.30 per i veicoli a benzina pre - Euro 1, i veicoli diesel pre-Euro 3 e per i ciclomotori e i motocicli a due tempi pre-Euro 1.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -