Cesena, tre giorni di creatività applicata all'economia col Romagna Creative District

Cesena, tre giorni di creatività applicata all'economia col Romagna Creative District

Cesena, tre giorni di creatività applicata all'economia col Romagna Creative District

GAMBETTOLA - Si è conclusa con la premiazione del contest di creatività sostenibile "Ortofabbrica" la tre giorni del Romagna Creative District, evento promosso da CNA Forlì-Cesena che si è tenuto alla Fabbrica di Gambettola. Una tre giorni dedicata alla creatività sostenibile che ha visto una grande partecipazione sia di addetti ai lavori (designer, artisti, creativi in generale) sia di persone interessate a questi temi.

 

Le iniziative promosse da CNA Forlì-Cesena sono state mirate essenzialmente a promuovere il matching, ossia l'incontro e il confronto, tra i creativi e le realtà economiche del territorio. Significativa, in questo senso, la frequentatissima Assemblea di CNA Industria, che è stata dedicata alla green economy e alle opportunità che essa offre alle piccole medie imprese. Nel corso dell'incontro, sono stati presentati esempi di pratiche "verdi" estremamente innovative che stanno portando al successo molte nostre imprese su tutto il territorio nazionale e all'estero.

 

Non sono mancati nei tre giorni momenti spettacolari, come la proiezione del film "Il sacco dell'energia", proiettato grazie alla produzione di energia ottenuta dalle pedalate delle atlete della squadra di ciclismo "Viner Factory Team".

 

La giornata conclusiva di domenica 3 ottobre ha avuto come momento clou la premiazione del concorso dedicato ai progetti di creatività sostenibile "Ortofabbrica", nato da un'idea di Angelo Grassi. Si sono aggiudicati il 1° premio ex-aequo tre progetti. Il primo, "Seedcard. Carta sementi o dei semi", presentato da Giacomo Salizzoni di Firenze, consiste in una tessera di cellulosa naturale da fare a pezzi e piantare nel terreno. Ogni pezzo ha semi di varie specie incollati, che in una decina di giorni germogliano mentre la carta si decompone. La giuria lo ha premiato "per la forza del messaggio che il progetto evoca e per la potenzialità dell'effetto moltiplicatore".

 

Il secondo progetto premiato è "Nei campi dell'agricoltura biologica crescono i prodotti per l'architettura naturale", presentato dall'Officina Servizi Tecnici di Nonantola (MO) e dedicato all'uso di materiali di origine vegetale per l'edilizia sostenibile. La giuria ha motivato il premio con il fatto che il progetto "reinventa un'alleanza cosciente fra agricoltura a beneficio della collettività locale, incentivando la filiera produttiva artigianale". Il terzo progetto premiato ex aequo, infine, è "Ping o'clock", di Michele Barberio di Bari, un nuovo orologio che ci ricorda che non siamo delle palline da ping pong destinate a saltare da una parte all'altra della rete, che è stato premiato "per l'ironia e la levità del recupero".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -