Cesena: tre nuovi strumenti per esami radiologici più rapidi e accurati

Cesena: tre nuovi strumenti per esami radiologici più rapidi e accurati

Cesena: tre nuovi strumenti per esami radiologici più rapidi e accurati

CESENA - Migliora l'offerta di servizi della Radiologia dell'Azienda Usl di Cesena grazie all'acquisto di tre macchinari di ultima generazione che consentono esami sempre più accurati e confortevoli per i pazienti. Una nuova macchina radiologica di nome Eidos, polifunzionale e completamente automatizzata, è stata installata presso la Radiologia dell'ospedale Marconi di Cesenatico, mentre al Bufalini di Cesena e a Savignano sono entrati in funzione due nuovi apparecchi digitali, a movimentazione semiautomatica denominati Essentia.

 

Tutte e tre le apparecchiature sono macchine digitali dirette, in grado cioè di acquisire l'immagine senza l'uso di cassette radiologiche e di garantire una netta riduzione dei tempi d'esecuzione dell'esame, caratteristica particolarmente importante nel caso di pazienti con gravi traumi, quando l'elemento tempo è fondamentale per una diagnosi corretta e veloce.

 

"La metodica digitale - spiega il dottor Maurizio Mughetti, direttore dell'unità operativa di Radiologia dell'Azienda Usl di Cesena - consente inoltre una netta riduzione delle dose radiante somministrata al paziente e la possibilità di elaborare le immagini, evitando così la ripetizione dell'indagine nel caso di dati di esposizioni incongruenti. Le macchine sono dotate di un letto radiologico mobile, che consente l'esecuzione di tutte le proiezioni radiologiche senza la necessità di dover movimentare il paziente. Si tratta di un'opzione particolarmente utile nel caso di pazienti politraumatizzati o non collaboranti".

 

I tre nuovi strumenti radiologici, che hanno richiesto un investimento complessivo di 840.000 euro,  vanno ad aggiungersi agli altri apparecchi polifunzionali digitali diretti in dotazione da tempo alla Radiologia dell'Ausl di Cesena, consentendo un ulteriore salto di qualità dal punto di vista tecnico e una sensibile riduzione dell'esposizione radiante, particolarmente utile nei pazienti pediatrici e nelle donne in età fertile, che rappresentano le fasce di popolazione più sensibili alle radiazioni ionizzanti.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -