Cesena, ultima settimana per visitare la mostra "Anghelos"

Cesena, ultima settimana per visitare la mostra "Anghelos"

CESENA - C'è ancora una settimana di tempo per visitare la mostra ANGHELOS - Vasi comunicanti, allestita fino a domenica 28 ottobre a Cesena alla Galleria d'Arte di Palazzo Ghini e nella Chiesa di San Zenone. Anche sei artisti forlivesi sono protagonisti della rassegna, che lo scorso 31 ottobre è stata oggetto di uno speciale andato in onda su Rai International, all'interno del programma "Cristianità" condotto da suor Myriam Castelli.
 
Si tratta degli artisti Enrico Lombardi (Meldola, 1958), Luca Freschi (Forlimpopoli, 1982), Daniele Masini (Forlì, 1951), Paolo Poni (Forlì, 1968), Monica Spada (Forlì, 1959) le cui opere sono esposte alla Galleria d'Arte di Palazzo Ghini e dello scultore Francesco Bombardi (Meldola, 1946) che espone alla Chiesa di San Zenone.
 
Benevola presenza che sovrintende ai nostri passi incerti, discreto consigliere o distante e aerea parvenza, l'angelo custode viene qui interpretato tendendo la mano spesso verso il mondo all'infanzia, al suo sedimento e deposito informe di sensazioni primitive; così per Paolo Poni il tema trova la sua messa in scena in un giocoso teatrino, dove la tenerezza amorevole di piccole mani sospese a invisibili fili si sposa al ricordo infantile della neve.
 
Se Poni dà un'interpretazione rassicurante del rapporto tra umano e celeste, l'opera di Daniele Masini invece va nella direzione opposta, facendosi interprete della dolorosa presa di coscienza di un abbandono. L'angelo scuro di masini, tutto racchiuso nella sua gelida figura, non pare capace di suggerire soluzioni, né di allungare lo sguardo verso la smarrita specie umana e le parole dell'artista sottolineano l'impossibilità di un contatto, di una comunicazione.
 
L'assenza dell'angelo di Enrico Lombardi è invece soltanto apparente, risultato di una variazione simbolica e funzionale di una figura che ha deciso di regnare solitaria sul proprio vuoto, cessando di essere custode, rifiutando nel volo l'immagine e il ruolo che la tradizione gli assegnato, lasciando vuota la casa che lo ha ospitato e una corona di cipressi che sembrano piume.
 
Le parole della pittrice Monica Spada riportano l'immagine angelica all'alveo della sua luminosa tradizione, dove può tornare ad essere: "un soffio, un sussulto, un alito di vento" e l'opera che le affianca forma un ottimo pendant nella sua serena misura cromatica e compositiva, dove l'abbraccio serrato tra angelo e uomo si fa cerniera e tra cielo, acqua e terra.
 
Il meldolese Luca Freschi, se da un lato investe la propria opera  di forza nel sicuro e imperioso gesto della mano di terracotta, che indica inequivocabilmente la direzione, prestando fede all'etimologica ebraica del proprio nome (Mal'akh, consigliere), inserisce dall'altro il virus di un'ambivalenza attraverso la siepe di chiodi che perfora la bianca tela sottostante, minandone il valore pacificamente salvifico.
 
La scultura di Francesco Bombardi, si erge invece imponente e sicura ad apparente difesa del luogo sacro in cui è inserita (la chiesa di San Zenone) e sembra anch'essa, dall'alto dell'elegante svolgimento dell'ala, indicare la giusta direzione, il sentiero luminoso.
 
La mostra, promossa dalla Diocesi di Cesena-Sarsina, è curata da Marisa Zattini per IL VICOLO, Società di Servizi e Progetti Espositivi che ha in carico l'organizzazione e la cura editoriale del progetto.
Alla galleria d'Arte di Palazzo Ghini sono esposte in tutto 15 OPERE di altrettanti artisti contemporanei, realizzate ad hoc per l'evento, e insieme a queste un suggestivo Angelo di Ilario Fioravanti proveniente da una collezione privata di San Marino. Alla Chiesa di San Zenone 3 sculture contemporanee e 2 grandi Angeli Tocieri del XVIII secolo, appena restaurati per la Chiesa di Sant'Agostino.
 
Fra gli eventi collaterali che si sono tenuti nel corso della rassegna ricordiamo l'incontro con l'autore e drammaturgo livornese Fabrizio Parrini, che lo scorso 12 novembre ha presentato il volume "Anghelos, il cercatore di angeli", e l'incontro in programma mercoledì 24 novembre con don Marcello Stanzione che presenta il volume "Gli Angeli e l'arte", scritto in collaborazione con la pittrice e ritrattista romana Irene Spadacini.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -