Cesena, un centinaio di persone 'a tu per tu' con Hera

Cesena, un centinaio di persone 'a tu per tu' con Hera

CESENA - E' stato un nutrito gruppo di cittadini di Ponte Abbadesse, guidati dal presidente del quartiere Amleto Gazza, a rompere il ghiaccio con il Presidente di Hera Tomaso Tommasi di Vignano durante l'appuntamento "Cesena dialoga con Hera", svoltosi nella serata di mercoledì 15 dicembre al teatro Verdi proprio con l'intento di offrire un'occasione di incontro e confronto diretto fra i cittadini e lo staff della multi utility. Un centinaio le persone che hanno partecipato, sperimentando la formula inedita e coinvolgente: saltati a piè pari interventi introduttivi e presentazioni generali (in apertura solo un breve saluto del Sindaco Paolo Lucchi e del Presidente di Hera), si è favorito il faccia a faccia concreto sui temi più sentiti dai cesenati: rifiuti, gestione della raccolta differenziata, approvvigionamento idrico e, appunto, trasferimento della sede dell'Igiene Ambientale. Su quest'ultimo tema è arrivata la rassicurazione del Presidente Tommasi di Vignano, che ha confermato l'obiettivo di spostare personale e funzioni nella nuova struttura di Pievesestina entro i primi mesi del 2012.

 

L'incontro al Teatro Verdi è stato l'ultimo atto di una giornata full immersion cesenate per lo staff di Hera, impegnato fin dal mattino in una serie di appuntamenti a cui hanno partecipato insieme al Sindaco e alla Giunta in prima battuta le associazioni imprenditoriali e di categoria, poi le organizzazioni sindacali e infine i rappresentanti dei consumatori. "Tutte le realtà del territorio -sottolinea il Sindaco Paolo Lucchi, che ha fortemente voluto l'iniziativa - hanno apprezzato l'opportunità di un contatto diretto con Hera, e hanno partecipato dimostrando grande interesse. Ma sono lieto che soprattutto i cittadini cesenati abbiano compreso il senso dell'iniziativa e mi spiace per quelli che se la sono lasciata sfuggire, in particolare il consigliere regionale Bartolini, che mi aspettavo di vedere, nonostante i suoi impegni. Se fosse intervenuto avrebbe constatato che si trattato di una vera occasione di dialogo, con domande e risposte precise. Ma evidentemente a lui interessano di più i comunicati e le trasmissioni televisive che il rapporto diretto con la gente".

 

"Valuto in modo assolutamente positivo l'iniziativa di ieri", osserva dal canto suo Tomaso Tommasi di Vignano, Presidente Hera. "Per chi gestisce servizi di pubblica utilità, occasioni come questa di contatto diretto con i cittadini rappresentano preziosi momenti di confronto, utili sia a informare che a trarre stimoli per servire sempre meglio il territorio. E' proprio perché crediamo fortemente nel confronto diretto che, unica utility nel panorama nazionale, continuiamo a investire sugli sportelli clienti, ad oggi oltre ottanta in tutta la regione"

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -